Carabinieri: un arresto, otto denunce e 3108 chiamate al 112 in dieci giorni

Maxi controlli dell'Arma

Un giovane arrestato per estorsione, due stranieri denunciati per furto di energia elettrica, una persona denunciata per rapina, due automobilisti denunciati per guida in stato di ebbrezza, due stranieri denunciati per evasione, un pregiudicato denunciato per truffa, un minore è stato rintracciato dopo essersi allontanato da casa e quattro giovani sono stati segnalati quali assuntori di droga perché trovati in possesso di modiche quantità di stupefacente : questo è il bilancio dei servizi di controllo capillare dell’intero territorio della provincia  svolti in questi primi  giorni dell’anno dai Carabinieri del Comando Provinciale di Piacenza. Il controllo capillare del territorio rappresenta la principale forma di prevenzione, in grado di incidere direttamente sulla soglia dell’allarme sociale con l’immediato risultato di impedire la commissione di reati e consentire il libero svolgimento delle legittime attività dei cittadini. L’attività pianificata è stata realizzata disponendo una fitta vigilanza, proiettando giornalmente sull’intero territorio provinciale numerose pattuglie che hanno offerto “punti di contatto” con i cittadini. Sono state utilizzate pattuglie delle Stazioni e tutte le pattuglie delle Sezioni Radiomobili delle Compagnie dipendenti, che hanno garantito un pronto intervento. In campo anche alcune pattuglie con personale in abiti civili. La centrale operativa del Comando Provinciale ha dovuto gestire in questi primi dieci giorni del 2020 ben 3108 chiamate al 112. Sono stati vigilati e controllati i principali luoghi di ritrovo di soggetti di interesse operativo, di aggregazione di giovani e molti posti di blocco sono stati effettuati lungo le arterie principali e secondarie della città e della provincia.

I militari impiegati hanno arrestato per estorsione un 18enne, straniero, residente a Podenzano perché è stato trovato in possesso di denaro estorto ad un giovane per un debito maturato a seguito di precedente cessione di droga. Lo straniero, dopo le formalità di rito è stato portato al carcere delle Novate, denunciato due stranieri, di 34 e 35 anni, nati in Marocco e residenti a Piacenza per furto di energia elettrica in concorso. Avevano abusivamente collegato il contatore dell’energia elettrica della propria dimora a quello condominiale, denunciato per rapina un 18enne nato in Marocco. In strada a Sarmato colpiva al volto un coetaneo e gli sfilava dalla tasca un telefono cellulare per poi fuggire via velocemente. E’ stato rintracciato e fermato dalla pattuglia che era nelle vicinanze, che ha recuperato il telefono e restituito al proprietario. Inoltre hanno denunciato per evasione un 34enne ed un 24enne, entrambi nati in Marocco e sottoposti agli arresti domiciliari in quanto durante i controlli eseguiti dalla Sezione Radiomobile di Piacenza non sono stati trovati nelle loro dimora violando così gli obblighi a cui erano sottoposti, denunciato per guida in stato di ebbrezza alcolica due automobilisti. Due giovani donne di 33 e 35 anni, piacentine, residenti in provincia. Erano alla guida delle loro autovetture sulla SP45 con un tasso alcolico tra 1,10 e 1,63 grammi per litro. Ad entrambe è stata ritirata la patente di guida, denunciato un pregiudicato di 56 anni, residente a Piacenza da diverso tempo per truffa. Aveva comprato due biciclette sportive del valore di 2.300 euro pagandole con un assegno che posto all’incasso risultava avere una firma non conforme a quella depositata. Infine hanno segnalato quattro giovani tra i 18 e i 31 anni quali assuntori di sostanze stupefacenti. Durante i controlli effettuati avevano addosso una modica quantità di hashish e marijuana per uso personale. Complessivamente sono stati sequestrati circa 15 grammi tra marijuana ed hashish, rintracciato un minore, residente in provincia di Pavia, presso la stazione ferroviaria di Fiorenzuola in attesa di salire su un treno per la capitale. Il giorno dell’Epifania, nelle prime ore del mattino,  si era allontanato da casa, dopo un diverbio con i familiari e non era più ritornato. Il giovane, in buono stato di salute, è stato riaffidato ai genitori che avvisati erano giunti sul posto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scandalo Levante, indagato il colonnello dell'Arma Corrado Scattaretico

  • San Polo, camion di pomodori si ribalta e perde tutto il carico

  • Rissa al Tuxedo, parla il gruppo dei campani: «Noi offesi, minacciati e insultati»

  • Calvino e Don Minzoni: due fratelli positivi al Coronavirus, isolate 54 persone

  • Tenta un sorpasso a velocità folle poi si ribalta e tenta di scappare a piedi: denunciato

  • Muore schiacciato sotto un trattore a Ferriere

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento