menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un momento della protesta

Un momento della protesta

CarboNext, Trabucchi: «Siamo pronti a fare ricorso al tribunale amministrativo»

Il 29 dicembre si è tenuto il quarto sit in di protesta contro Carbonext mentre in Provincia si svolgeva la sesta conferenza dei servizi. Trabucchi del comitato "Basta nocività in Valdarda": «Non vogliamo che questa riunione sia definitiva: siamo pronti, nel caso questo procedimento chiuda, a fare ricorso al tribunale amministrativo»

«Non vogliamo che questa riunione sia definitiva: siamo pronti, nel caso questo procedimento chiuda oggi, a fare ricorso al tribunale amministrativo»: queste le parole di Marcello Trabucchi del comitato "Basta nocività in Valdarda" durate il quarto sit in di protesta davanti alla Provincia contro CarboNext. In Provincia si è svolta la sesta conferenza dei servizi in merito al progetto CarboNext di Buzzi Unicem per il cementificio di Vernasca che prevede l'incenerimento nel forno dello stabilimento di 60mila tonnellate annue di rifiuti. 

«Non vogliamo che questa riunione sia definitiva – spiega Trabucchi - ci sono tante questioni ancora aperte. Il 9 novembre si è tenuta l'istruttoria pubblica con più di trenta interventi dei cittadini che non hanno ottenuto risposta né dalle istituzioni né dall'azienda proponente. Ci sono questioni aperte dalle promesse di Ausl e Arpa: avevano dichiarato che questo progetto non sarebbe stato approvato se le emissioni fossero state in peggioramento o uguali. L'azienda stessa ha ammesso che ci sarà un aumento del 30% delle emissioni per il traffico e per le emissioni al camino ci sarà un aumento sostanze pericolose».

La protesta "Carbonext, la fretta di chiudere è cattiva consigliera" è avvenuta nella mattinata di martedì 29 dicembre e hanno partecipato i comitati "Basta Nocività in Valdarda", "Aria Pulita in ValdArda”, "Cittadini per l'ambiente rurale” e Legambiente.

«Sappiamo che nella conferenza dei servizi - conclude Trabucchi - non si è mai discusso principalmente dei punti tecnici che le nostre osservazioni hanno toccato: chiudere oggi sarebbe scorretto. I politici dovrebbero avere lo scrupolo di guardare le 6mila firme che abbiamo raccolto e soprattutto le tre decisioni dei Consigli comunali di Morfasso, Castellarquato e Lugagnano che all'unanimità hanno detto "no" al progetto: queste persone rappresentano la maggioranza della Valdarda». 

Protesta Carbonext-3 Protesta Carbonext-3 Protesta Carbonext-3

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento