Clonatori in azione: bancomat manomessi alla Carisbo e alla Cariparma

Due macchinari manomessi dai truffatori a barriera Torino e largo Matteotti: carpivano le informazioni via bluetooth

Ancora in azione in città i clonatori di bancomat che installano sofisticati skimmer in grado di carpire i codici segreti delle tessere magnetiche al momento del prelievo. Il tutto senza che l'ignaro cliente se ne accorga.

Tra sabato e ieri gli agenti della squadra mobile ne hanno scoperti due. Il primo era stato piazzato sul bancomat dell'agenzia C della Cariparma di piazzale Torino, mentre il secondo era stato installato in maniera pressoché invisibile sullo sportello automatico della Carisbo di largo Matteotti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Tutti i dispositivi sono stati sequestrati dalla polizia e ora sono in corso gli accertamenti tecnici da parte degli specialisti della squadra mobile per risalire agli autori, che sicuramente ne hanno piazzati chissà quanti altri in giro per il nord Italia.

Ad accorgersi di qualcosa che non andava sono stati proprio i clienti delle banche che hanno notato che le loro tessere non entravano bene nella fessura. Sul posto è arrivata la polizia e gli agenti hanno subito scoperto le classiche finte bocchette e le telecamere installate per spiare il codice segreto, che via bluetooth veniva poi inviato direttamente sui cellulari dei tuffatori, piazzati chissà dove in auto nell'arco di 50 metri.
 
I due istituti di credito interessati hanno subito disattivato tutti i bancomat dei propri clienti che sono stati utilizzati a partire dalle sette del mattino, e che quindi rischiano di essere stati clonati dai malviventi. Il dirigente della Digos di Piacenza, Francesco Panetta, ha sottolineato come sia importante controllare sempre - al momento del prelievo - che non ci sia nulla di anomalo, altrimenti di chiamare subito la polizia. E soprattutto ha fornito un consiglio molto semplice ma sicuramente efficace: «Quando digitate il vostro codice segreto coprite la tastiera con l'altra mano».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Muore a 29 anni travolto da un furgone pirata

  • Frontale a Castellarquato: muore un uomo, altre due persone sono gravissime

  • Scontro Cavanna-Burioni sull’utilizzo della idrossiclorichina per combattere il Covid

  • Travolto da un Tir mentre cammina al buio sul cavalcavia, 24enne in fin di vita

  • Frontale lungo la Provinciale, muore in auto di fianco alla moglie

  • Un 28enne di Cadeo la vittima del tragico incidente a San Giorgio. E' caccia al furgone bianco

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento