Carpaneto, il sindaco interviene contro i bivacchi e l'accattonaggio

I cittadini di Carpaneto sono stanchi di questi fenomeni che da tempo si ripetono e il sindaco Andrea Arfani ha deciso di intervenire con un’ordinanza che prevede «misure di contrasto al degrado urbano causato dall’accattonaggio e mendicità molesta»

Nell'immagine di "VicenzaToday" un mendicante intento a richiedere elemosina. Sotto il sindaco Andrea Arfani

«Chi richiede l’elemosina con modi insistenti, chi bivacca in aree pubbliche non curando il luogo in cui sosta». I cittadini di Carpaneto sono stanchi di questi fenomeni che da tempo si ripetono e il sindaco Andrea Arfani, raccolte anche le segnalazioni delle forze dell’ordine, ha deciso di intervenire con un’ordinanza che prevede «misure di contrasto al degrado urbano causato dall’accattonaggio e mendicità molesta».

«Queste situazioni – si legge nel documento pubblicato sul sito istituzionale del Comune – che fanno sì che alcune zone si presentino in stato di degrado, avvengono vicino agli esercizi commerciali, luoghi spesso frequentati dalla popolazione scolastica in quanto l’istituto comprensivo si trova nelle vicinanze di queste aree. Inoltre turbano il libero utilizzo delle aree riducendo così il senso di sicurezza e la tranquillità urbana».

Stando alle segnalazioni dei cittadini pervenute agli uffici comunali, nei giorni di mercato, nelle vie interessate al posizionamento dei banchi ambulanti, gruppi di persone o singoli soggetti sostano a bivaccare generando pregiudizi e impedendo alla collettività l’accesso alle aree urbane e alle infrastrutture del paese.

Nell’ordinanza il sindaco Andrea Arfani vieta «qualsiasi azione volta all’accattonaggio molesto, insistente, con richieste di denaro nelle aree pubbliche del centro abitato con particolare riferimento alle aree vicine agli esercizi pubblici, all’area mercatale e ai giardini pubblici». Questo tipo di violazione verrà sanzionata con una multa che andrà dai 100 ai 300 euro. Chi invece non rispetterà il divieto «di bivaccare nelle aree pubbliche del centro abitato, impedendo la libera fruizione da parte della collettività di aree o infrastrutture urbane», oltre alla sanzione pecuniaria andrà incontro ad una misura di allontanamento dal luogo in cui è commesso il fatto, da parte dell’organo accertatore della violazione (polizia Municipale, carabinieri, polizia di Stato e Guardia di Finanza).

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Andrea Arfani-2Arfani invita la cittadinanza «ad astenersi dalla elargizione di somme di denaro in favore dei soggetti che praticano l'accattonaggio molesto indirizzando la propria azione verso le forma di sostegno che siano finalizzate in maniera più chiara all'effettivo sostentamento e recupero delle situazioni di fragilità economico-sociale».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scontro tra due camion in autostrada, muore 56enne piacentino

  • Si schianta in moto contro un'auto che fa inversione, giovane all'ospedale

  • Norme anti covid, multati due locali aperti dopo mezzanotte. Nei guai anche un cliente senza mascherina

  • Sbanda con l'auto e si ribalta, è grave

  • Ladri sfondano l'ingresso e portano via le bici da corsa, fallisce il colpo da Raschiani

  • Ennesimo tragico infortunio sul lavoro, agricoltore muore schiacciato dal trattore

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento