menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Casa Protetta di Farini, tre decessi. Una 106enne positiva non ha più i sintomi

Nella casa di riposo dopo il focolaio degli scorsi giorni sono stati tre i decessi. L’Ausl: «La situazione sta tornando alla normalità, continuiamo a sorvegliare il decorso degli ospiti». Una 106enne sta guarendo

L’Ausl di Piacenza sta continuando a tenere sotto osservazione la Casa Protetta di Farini, la struttura per anziani dove nei giorni scorsi un focolaio di Covid-19 ha causato il contagio di ben 32 ospiti (su 39 totali). Purtroppo tre ospiti, in questi giorni, sono deceduti. «Dal 25 novembre – fa sapere il direttore generale dell’Ausl Luca Baldino -, una squadra Usca (ovvero medico più infermiere) ogni due giorni è a Farini per i controlli. Inoltre stiamo garantendo la presenza h24 di infermieri sul posto, oltre a inserire la presenza di un medico che aveva gestito una situazione analoga nei mesi scorsi».

Baldino aggiorna sulla situazione, dopo i tre decessi. «Ora il quadro è confortante - sono le parole del direttore generale - e in via di stabilizzazione. Ci aspettiamo che la situazione vada a normalizzarsi. Una signora, ospite della struttura, del 1914, ovvero 106enne, è asintomatica dopo che era stata trovata positiva in seguito ad alcuni sintomi. Ci aspettiamo che a 106 anni esca dalla positività senza problemi», ha concluso Baldino. La situazione dell’Alta Valnure - relativamente ai contagi - negli ultimi giorni, tranne qualche caso ancora a Farini, è tornata alla normalità, nelle medie di tutta la provincia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento