Case della Salute, Lega Nord alla Regione: «C'è stato un adeguato coinvolgimento delle categorie?»

I consiglieri della Lega, in un’interrogazione, tratteggiano quelle che sono le problematiche in questo tipo di strutture

Interrogazione della Lega Nord per chiedere alla Giunta di proseguire nel confronto con le associazioni e le organizzazioni dei medici al fine di superare le criticità collegate alla gestione delle case della salute. I consiglieri della Lega, nell’atto, tratteggiano quelle che sono le problematiche in questo tipo di strutture, riportando quanto dichiarato dai rappresentanti delle associazioni in una recente audizione in commissione Politiche per la salute e politiche sociali. I rappresentanti di Fimp, Sumai-Assoprof, Snami, Cisl-Funzione pubblica di Bologna, Cimo, Cgil-Funzione pubblica di Imola, Fimmg, Simet, Anaoo-Assomed, Snamid e Cisl-Medici di Bologna e Imola, si legge nell’interrogazione, in Assemblea hanno parlato di “aspettative disattese”, della necessità di maggiore “collaborazione tra professionisti”, di criticità “sui turni del personale medico e sui ruoli dei diversi soggetti coinvolti nella filiera”, delle “carenze in ambito formativo”, di “mentalità ospedalocentrica” e della “mancanza nei referti dei riferimenti del medico”. I leghisti voglio quindi capire dall’esecutivo regionale se, visti i problemi, ci sia stato un adeguato coinvolgimento delle categorie interessate.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le spaccano la faccia contro una cancellata per rapinarla della borsa

  • Scaraventano un cancello contro la polizia per scappare dopo il colpo: quattro arresti

  • Cacciatore cade in un dirupo e muore

  • L'annuncio di Bonaccini: «La regione torna “zona gialla” da domenica»

  • Cene e ritrovi clandestini in due locali, blitz della finanza: multa per tutti e attività sospesa

  • Il divieto di spostamento tra comuni non piace a nessuno: «Così non potranno vedersi genitori e figli»

Torna su
IlPiacenza è in caricamento