rotate-mobile
Martedì, 23 Aprile 2024
Bassa Piacentina / Caorso

Casi di scabbia nella casa protetta di Caorso: chiusa e pazienti isolati

Lo ha comunicato l'Ausl al Comune e il sindaco Roberta Battaglia ha vietato l'accesso a nuovi ingressi e ai parenti per le visite

L’Azienda Usl di Piacenza ha riscontrato casi di scabbia tra gli ospiti della struttura protetta “La Madonnina” della Cooperativa Sociale Onlus San Pio di Caorso. Al fine di tutelare la salute degli ospiti e del personale frequentante la struttura il sindaco Roberta Battaglia ha firmato un’ordinanza che prevede la sospensione immediata di nuovi ingressi di ospiti nella struttura, oltreché delle visite da parte di soggetti esterni alla struttura per tutti coloro per cui sussista anche il sospetto di caso di scabbia. Gli ospiti nei confronti dei quali sussista il sospetto clinico saranno sottoposti a visita dermatologica e saranno separati fisicamente e funzionalmente i soggetti, sospetti e accertati per scabbia, creando apposito reparto di isolamento con personale dedicato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Casi di scabbia nella casa protetta di Caorso: chiusa e pazienti isolati

IlPiacenza è in caricamento