menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Caso Bellomo, il Csm sentirà cinque borsiste

Saranno sentite dalla disciplinare del Consiglio superiore della magistratura, in qualità di testimoni, cinque borsiste che, tra il 2001 e il 2018, hanno frequentato la scuola di formazione giuridica “Diritto e Scienza” diretta da Francesco Bellomo, l'ex consigliere di Stato destituito

Saranno sentite dalla disciplinare del Consiglio superiore della magistratura, in qualità di testimoni, cinque borsiste che, tra il 2001 e il 2018, hanno frequentato la scuola di formazione giuridica “Diritto e Scienza” diretta da Francesco Bellomo, l'ex consigliere di Stato destituito da Palazzo Spada lo scorso anno dopo le denunce secondo cui avrebbe imposto ad aspiranti magistrate che frequentavano i corsi della scuola un “dress code” con tacchi alti e minigonna e regole sui fidanzati. Il “tribunale delle toghe” ha deciso di convocare per il 15 marzo prossimo le cinque studentesse nell'ambito del procedimento disciplinare a carico di Davide Nalin, ex pm di Rovigo e stretto collaboratore di Bellomo, ora sospeso dalle funzioni e dallo stipendio. E non è escluso – informa l’agenzia di stampa Agi - che Palazzo dei Marescialli convochi anche lo stesso Bellomo: la sua audizione è stata sollecitata dalla difesa di Nalin e ha trovato d'accordo anche il sostituto pg della Cassazione Mario Fresa. Il collegio della disciplinare, presieduto dal vicepresidente del Csm David Ermini, si è quindi riservato di decidere sulla convocazione di Bellomo all'esito delle altre audizioni. Sia Bellomo che Nalin sono sotto processo, con rito abbreviato, davanti al gup di Piacenza per stalking e lesioni gravi: nel corso dell'udienza preliminare è stata disposta una perizia medica, e, nel frattempo, la ragazza dalla cui denuncia è nata tutta l'inchiesta ha deciso di rimettere la sua querela.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento