menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Castelsangiovanni, a febbraio il il corso per il brevetto di assistente bagnanti

Per il secondo anno consecutivo nella piscina comunale coperta di Castel San Giovanni è in programma un corso per il conseguimento del brevetto di assistente bagnanti

Per il secondo anno consecutivo nella piscina comunale coperta di Castelsangiovanni è in programma un corso per il conseguimento del brevetto di assistente bagnanti. Grazie alla disponibilità dell'impianto natatorio comunale, gestito dalla Società Sportmanagement, la Federazione italiana nuoto delegazione di Piacenza organizza il corso per il conseguimento del brevetto di assistente bagnanti.

Chi fosse interessato a partecipare alle prove di ammissione e alla prima lezione del corso, dovrà segnalare il suo nominativo e ritirare la documentazione entro il 18 febbraio 2016 nella biglietteria della piscina di Castelsangiovanni (tel. 0523-881455).

L'inizio del corso è previsto per sabato 20 febbario alle 14 nella piscina comunale di Castelsangiovanni. I partecipanti dovranno dimostrare di possedere una buona acquaticità nuotando cinquanta metri a stile libero, cinquanta metri a rana ed effettuando una prova di immersione. Le lezioni saranno suddivise in una parte teorica e in una pratica e saranno effettuate nelle giornate di sabato dalle 14 alle 17. Gli esami saranno alla fine del mese di aprile.

Tra i docenti coinvolti per lo svolgimento del corso, oltre ai maestri di salvamento (Garofalo Antonio, Rizzi Emanuele, Codeghini Fabrizio e Bentivenga Raffaele), deputati principalmente alle lezioni in acqua, è previsto l'intervento dell'avvocato Marco Bricconi per quanto riguarda la responsabilità civile e penale dell’assistente bagnanti e del dottor Stefano Dughetti per tutto quello che concerne la parte medica.

Grazie alla collaborazione con "Progetto Vita" tutti i partecipanti al corso verranno abilitati anche all'uso del defibrillatore. 

Per ulteriori informazioni telefonare al 3475206118. 

Ecco una breve nota diffusa sul salvamento

ll salvamento acquatico ha un carattere formativo a livello sociale nel quale l'altruismo è presente ad un livello così elevato che nessuna disciplina può esserle paragonata. Con questo non si intende sottovalutare gli aspetti formativi delle altre discipline ma evidenziare  che il salvamento ha qualche cosa in più. Infatti nessuna disciplina sportiva può dire che alla fine di ogni anno, in molte famiglie, per merito dei maestri e degli assistenti bagnanti non c'è dolore, ma la vita e la gioia.

Il corso può rappresentare un importante momento di crescita dato dalla conoscenza dei pericoli che uno specchio d'acqua può rappresentare. Saranno apprese tecniche atte a ripristinare le funzioni vitali di chi è stato colpito da un incidente non solo acquatico. Probabilmente potrebbero essere salvate parecchie vite umane se esistesse una cultura maggiormente diffusa del primo soccorso (incidenti sulle nostre strade, nei fiumi, al mare e ai laghi). 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Case di riposo, quaranta ospiti in tutto il Piacentino rifiutano il vaccino

  • Cronaca

    In futuro vaccinazioni anche a Bobbio e a Bettola

Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento