Castello, rubano 30 "Gratta e vinci": denunciati due marocchini

La loro tecnica sembrava infallibile: distraevano il tabaccaio mentre, di soppiatto, rubavano mazzette di "Gratta e vinci". Ma non avevano fatto i conti con la memoria del negoziante, che li ha rivisti girare nei pressi della propria tabaccheria e ha avvisato i carabinieri di Castello. Così, due marocchini di 26 e 20 anni sono stati denunciati

La loro tecnica era semplice. Da sempre ben collaudata. Si avvicinavano al commesso della tabaccheria, e con il pretesto della riscossione di vincite al "Gratta e vinci" lo distraevano. Poi, con scaltrezza, rubavano dal bancone mazzette con decine degli stessi biglietti. Ma tornando sul "luogo del delitto" si sono traditi. Il tabaccaio li ha ricordati e notati, richiedendo l'intervento dei militari dell'Arma di Castello che li hanno fermati e denunciati per furto aggravato in concorso. Loro sono due marocchini, l'uno di 26 anni (regolare), l'altro di 20 (irregolare), residenti a Voghera.   

A darne notizia questa mattina al comando di viale Beverora è stato il capitano Helios Scarpa, comandante della compagnia dei carabinieri di Piacenza, assieme al maresciallo capo della stazione di Castelsangiovanni Domenico Colantonio e il maresciallo ordinario Davide Cucchi. Il reato è avvenuto il 6 agosto scorso, con regolare denuncia da parte del negoziante. Da lì sono partite le indagini.
  I due marocchini hanno provato la fuga su una Golf, non fermandosi a un primo alt. Uno, irregolare, aveva già precedenti per furto  

I controlli della videosorveglianza avevano ristretto l'attenzione su due soggetti stranieri, extracomunitari di colore. Le supposizioni erano esatte. Il 21 agosto, infatti, venerdì scorso, i malviventi si sono ripresentati nei pressi della tabaccheria, la Gav di corso Matteotti. Il commesso si è ricordato di loro, e ha chiamato i militari.

I due marocchini hanno subito capito di essere osservati. Hanno provato la fuga su una Golf, non fermandosi al primo alt intimato dai carabinieri. Costretti a fermare l'auto, hanno tentato la fuga a piedi, braccati però immediatamente. Il più giovane, irregolare, era già stato arrestato a Bergamo per precedenti furti. Ora dovrà rispondere anche di mancata esibizione di documenti, oltre a dover chiarire la sua posizione in questura.     

In foto, alcuni dei "Gratta e vinci" rubati
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scontro tra due camion in autostrada, muore 56enne piacentino

  • Si schianta in moto contro un'auto che fa inversione, giovane all'ospedale

  • Norme anti covid, multati due locali aperti dopo mezzanotte. Nei guai anche un cliente senza mascherina

  • Ennesimo tragico infortunio sul lavoro, agricoltore muore schiacciato dal trattore

  • Ladri sfondano l'ingresso e portano via le bici da corsa, fallisce il colpo da Raschiani

  • Travolto da un Tir mentre cammina al buio sul cavalcavia, 24enne in fin di vita

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento