rotate-mobile
Cronaca

In una barberia i clienti sorpresi a consumare droghe, chiuso un locale d’intrattenimento

I controlli della polizia sul territorio: a Castelsangiovanni una denuncia per porto abusivo di armi e l’espulsione di un irregolare

In una settimana sono 13 i denunciati (tra cui un minorenne), 15 cittadini stranieri accompagnati in questura per essere identificati, 780 persone controllate, un locale di intrattenimento chiuso per tre giorni (ai sensi dell’art.100 del T.U.L.P.S) per il perpetrarsi di alcuni episodi criminosi all’interno. È il bilancio dei controlli della Polizia di Stato, disposti dal questore Filippo Guglielmino.

Nella settimana dal 16 al 23 settembre sono proseguiti serrati i controlli sul territorio volti alla prevenzione dei reati predatori e fenomeni di micro spaccio, anche nelle zone adiacenti agli istituti di istruzione secondari, dove a metà mese è avvenuto l’arresto di un giovane “pusher” poco più che maggiorenne. Particolarmente attenzionati bar e luoghi di aggregazione, anche in periferia.

L’ufficio prevenzione generale e soccorso pubblico della Questura ha effettuato mirati servizi straordinari anche a Castelsangiovanni, dove, attraverso l’impiego di alcune pattuglie, si è proceduto a denunciare un cittadino marocchino, per porto abusivo di armi ed oggetti atti ad offendere. Nel controllare alcuni bar è stato identificato un cittadino straniero irregolare, che trattato dall’Ufficio Immigrazione, è stato poi espulso ed accompagnato al C.p.r di Milano.

Nell’ambito dell’attività di controllo del territorio, è finita nel mirino una barberia, dove sono stati intercettati diversi clienti dediti a consumare sostanze stupefacenti - poi sanzionati a livello amministrativo - ed un avventore è stato deferito.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In una barberia i clienti sorpresi a consumare droghe, chiuso un locale d’intrattenimento

IlPiacenza è in caricamento