rotate-mobile
Cronaca Castel San Giovanni / Piazzale Antonio Gramsci

Castello, rapina la banca con una mano in tasca: 10mila euro

Rapinatore solitario in azione all'istituto di credito in piazzale Gramsci a Castelsangiovanni. E' entrato poco prima delle 11 tenendo una mano in tasca per fare intendere di essere armato. Indagano i carabinieri

Ha agito da solo il rapinatore che poco prima delle 11 di oggi, 25 febbraio, ha colpito alla Banca Popolare di Lodi in piazzale Gramsci a Castelsangiovanni. L'uomo, tenendo una mano in tasca, ha fatto intendere di essere armato ed è riuscito a mettere le mani su un cassetto con dentro all'incirca 10mila euro in contanti. Delle indagini si stanno occupando i carabinieri del Nucleo investigativo di Piacenza, intervenuti sul posto insieme ai colleghi dell'aliquota operativa e della stazione di Castello.

Da una prima ricostruzione sembra che il rapinatore sia entrato all'interno della banca alzando sul volto una sciarpa per non essere riconosciuto. Con una mano in tasca, dicendo di essere armato e minacciando i presenti, ha fatto il giro del bancone e ha messo le mani in uno dei cassetti con i contanti. Descritto come italiano intorno ai 50 anni, ha mostrato un modo di fare determinato e deciso. Poi è uscito dalla banca, salendo a bordo di un'auto scura che sarebbe stata vista dirigere verso Piacenza. Le ricerche lungo tutto l'asse tra Piacenza e Castello non hanno però dato esito. Sul posto, per le indagini, i carabinieri del Nucleo investigativo insieme ai colleghi dell'aliquota operativa di Piacenza e quelli della stazione di Castello.

rapina cartello-2

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Castello, rapina la banca con una mano in tasca: 10mila euro

IlPiacenza è in caricamento