Castelvetro, i carabinieri salvano un cane da un'auto in fiamme

Si chiama Reggy il cagnolino che è stato salvato dai carabinieri della stazione di Monticelli. Lo hanno tirato fuori dall'auto del proprietario che stava andando a fuoco. E' accaduto a Castelvetro, nel parcheggio del centro commerciale Verbena

cagnolino_reggySi chiama Reggy il cagnolino che questa mattina, 30 gennaio, è stato salvato dai carabinieri della stazione di Monticelli che lo hanno tirato fuori dall'auto del proprietario che stava andando a fuoco. E' accaduto a Castelvetro, nel parcheggio sul retro del centro commerciale Verbena, dove sono accorsi anche i vigili del fuoco che hanno spento le fiamme che avevano avvolto la vettura, una Fiat Grande Punto immatricolata da soli quattro mesi.

LA DINAMICA - Il cane era rimasto chiuso all'interno dopo che il proprietario era sceso per una breve commissione al Bennet, ma proprio durante la sua assenza dal cofano avevano iniziato a uscire le fiamme dovute a n cortocircuito della batteria, così come accertato successivamente dai pompieri. Il fatto è avvenuto intorno alle 10,40 quando una pattuglia dei carabinieri della stazione di Monticelli con a bordo un maresciallo e un carabiniere stava transitando in zona per una serie di servizi contro i reati predatori. Ad un certo punto però i militari sono stati avvertiti da un passante che nel posteggio del centro commerciale stava uscendo del fumo dal cofano motore di una Punto in sosta.

Quando i carabinieri sono arrivati hanno subito notato che la situazione era seria, e che all'interno c'era un cagnolino di piccola taglia che si agitava sui sedili posteriori. Il padrone (un 45enne di Monticelli di origine lucana) infatti lo aveva lasciato da solo per qualche istante (con i finestrini leggermente abbassati per fargli prendere aria) giusto il tempo di effettuare una rapida commissione in un negozio. Solo che, non appena era sceso dall'auto chiudendola a chiave, non si era accorto che un cortocircuito nell'impianto elettrico stava generando un principio di incendio.

IL SALVATAGGIO - I carabinieri sono intervenuti utilizzando subito l'estintore in dotazione alla loro auto di servizio, riuscendo a contenere per qualche minuto le fiamme. Nel frattempo sono arrivati anche gli addetti alla sicurezza del centro commerciale insieme al direttore e, con altri due estintori, hanno cercato di evitare che le fiamme si propagassero ulteriormente.

Mentre si attendeva l'arrivo dei vigili del fuoco, un carabiniere era già pronto a sfondare un finestrino con il calcio della sua pistola per estrarre l'animale, visto che anche la chiave del proprietario sembrava non funzionare proprio perché i congegni elettrici dell'auto (compreso lo sblocco delle portiere) erano saltati.

Alla fine si è riusciti con difficoltà ad aprire una portiera e a far uscire il piccolo Reggy, che - visibilmente spaventato e infreddolito - è stato subito accudito da alcuni amici del 45enne e coperto con un golfino, mentre i vigili del fuoco hanno provveduto a spegnere definitivamente le fiamme e  a mettere in sicurezza la vettura, rimasta però pesantemente danneggiata.

vigili_fuoco_8

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Una coop creata per truffare lo Stato e fare soldi, 135 dipendenti senza contributi: scoperta maxi evasione

  • Sbalzato dall’auto che si ribalta nel campo, muore un 51enne

  • Si pente della droga e in confessione ne lascia un chilo e mezzo al parroco

  • Rapinato e picchiato sotto casa

  • Cade e batte la testa su una lamiera, grave una donna

  • Piacenza e provincia: gli eventi da venerdì 18 a domenica 20 ottobre

Torna su
IlPiacenza è in caricamento