Chi fa grigliate, chi pesca in Po, chi si ubriaca in compagnia e liti in famiglia: maxi controlli dell'Arma

In questo lungo weekend di controlli (in realtà iniziati già il 10 aprile) sono stati 400 i servizi complessivamente svolti dall’Arma piacentina, 142 le sanzioni comminate

In questo lungo weekend di controlli (in realtà iniziati già il 10 aprile) sono stati 400 i servizi complessivamente svolti dall’Arma piacentina, anche con il supporto di un elicottero del 13esimo NEC Carabinieri di Forlì e dei militari del Terzo Reggimento “Lombardia”. «Vista la fase delicata di applicazione delle misure a tutela della salute pubblica, molti carabinieri hanno rinunciato anche volontariamente a trascorrere le feste in famiglia, pur di essere presenti ed estendere la rete volta a prevenire potenziali rischi in tutti i 46 comuni della Provincia; controlli che ci consegna l’immagine di una Provincia composta, fatta di persone responsabili e disciplinate che hanno reso tutto più semplice e sicuro. Vi abbiamo tutelato. Ci avete tutelato. Il vostro disagio è il nostro disagio», si legge in una nota ufficiale del comando provinciale.

In tale quadro, le sanzioni comminate sono state complessivamente 142, diversi i casi eclatanti. A Piacenza un gruppo di persone si è riunito per consumacontrolli carabinieri ok coronavirus-2re alcol, a Travo, alcune persone sono state sorprese durante una grigliata  violando palesemente la normativa in materia di assembramento, nella periferia del capoluogo è ripresa una limitata attività di prostituzione: due le donne individuate e sanzionate, nel pomeriggio di Pasquetta, in via Nino Bixio, due stranieri  sono stati sorpresi mentre pescavano dall’argine del fiume Po. Tra le scuse più curiose, quella di un giovane proveniente da Pontedellolio che affermava di essere giunto in città per fare la spesa, al termine di una corsetta in bicicletta. Negli stessi giorni, non sono mancati gli interventi di soccorso - uno dei quali nei confronti di una straniera, debilitata, accasciatasi per strada alla periferia di Cadeo - e o per situazioni riconducibili a problemi di alcolismo o a un semplice stato di ebbrezza delle persone (ben 10), uno dei quali nei confronti di un automobilista con un tasso alcoolemico 3 volte superiore al consentito. Ancora una volta, le liti in famiglia sono rientrate tra le criticità più frequenti. Diciotto le chiamate giunte al numero di emergenza dell’Arma, per segnalare forme di violenza in atto tra le mura domestiche, che hanno visto contrapporsi tra loro coniugi, genitori-figli e fratelli.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Esce di strada e si ribalta in un campo, muore a 32 anni

  • Ruba scarpe da 40 euro ma nella mascherina ne ha più di 6mila: nomade denunciata

  • Tenta un sorpasso a velocità folle poi si ribalta e tenta di scappare a piedi: denunciato

  • Nina Zilli porta Guido Meda in giro per la Valtrebbia

  • San Polo, camion di pomodori si ribalta e perde tutto il carico

  • Cavo nel bosco ad altezza gola, ciclista piacentino salvo per miracolo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento