«Ci siamo ritirati dalla parte civile per non incontrare l’assassino di nostra figlia»

L'amarezza di Gianluca Fraschini, il padre della giovane Valeria che perse la vita a 23 anni in un incidente stradale il 5 novembre 2016 a Chiavenna Landi

«Ci siamo ritirati dalla parte civile molto tempo prima cominciasse il processo. Il nostro ritiro con il risarcimento dell’assicurazione non c’entra. Abbiamo fatto questa scelta per evitare di incontrare l’assassino di nostra figlia». Parole amare quelle di Gianluca Fraschini, il papà della giovane Valeria che perse la vita a 23 anni in un incidente stradale il 5 novembre 2016 a Chiavenna Landi, sulla strada tra Cortemaggiore e Piacenza. Con l’accusa di omicidio stradale è stato condannato a quattro anni e due mesi Isaac Zanelli, 28 anni, ritenuto responsabile di aver causato nello schianto - aveva effettutato un sorpasso scontrandosi con l’auto di Valeria Fraschini - anche la morte di Fabio Scrivani, 34 anni, un suo amico che viaggiava con lui. Zanelli, che venne subito arrestato e finì agli arresti domiciliari, aveva scelto il rito abbreviato davanti al giudice per l’udienza preliminare Adele Savastano lo scorso 26 ottobre.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Al fisco 5mila euro e lavoratori in nero ma in casa un tesoro da mezzo milione: ristoratori indagati

  • Piacenza e l'Emilia-Romagna in zona arancione: quello che c'è da sapere

  • Animale sulla strada, si ribalta tra il guard rail e il muro di una casa

  • Con la caldaia rotta accendono il gas per scaldarsi, famiglia intossicata

  • In auto centra tre vetture in sosta e si ribalta. Illeso

  • Irenfutura, 13 posizione aperte in Emilia per lavorare con Iren

Torna su
IlPiacenza è in caricamento