Venerdì, 14 Maggio 2021
Cronaca

Ci sono anche piacentini nella gang che ha mandato in coma un 19enne a Milano

La Polizia ha eseguito sei misure cautelari nei confronti di altrettanti giovani residenti nelle province di Milano, Varese, Monza e Piacenza, accusati di una violentissima aggressione avvenuta a Milano in piazza Sempione la notte del 26 luglio scorso

Foto Milano Today

La Polizia ha eseguito sei misure cautelari nei confronti di altrettanti giovani residenti nelle province di Milano, Varese, Monza e Piacenza, accusati di una violentissima aggressione avvenuta a Milano in piazza Sempione. La notte del 26 luglio scorso una gang composta da otto persone, di cui sei appena maggiorenni, con un banale pretesto aveva aggredito una comitiva di ragazzi che trascorrevano la serata all'Arco della Pace.

Il gruppo è stato raggiunto dall'ordinanza emessa dal gip di Milano su richiesta della Procura della Repubblica di Milano, del procuratore aggiunto Laura Pedio e del sostituto procuratore Francesca Crupi. I sei si vanno ad aggiungere a due minorenni, già colpiti da provvedimento restrittivo emesso dal Tribunale per i Minorenni di Milano. Fra le vittime della gang un ragazzo di 19 anni, colpito da un violento pugno al volto, rimase in coma farmacologico diverse settimane prima della dimissione, riportando lesioni gravi e una prognosi superiore ai 40 giorni.

Il gruppo aveva assistito, nelle ore precedenti, sempre nella zona della movida milanese alle riprese di un video di un giovane trapper emergente. La visione delle telecamere di videosorveglianza, unita all'approfondimento sulle piattaforme social, ha consentito alla squadra mobile di ricostruire in modo dettagliato la dinamica dell'aggressione di gruppo, caratterizzata, pur distinguendosi le singole responsabilità, dalle modalità tipiche del 'branco'.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ci sono anche piacentini nella gang che ha mandato in coma un 19enne a Milano

IlPiacenza è in caricamento