Ciclisti travolti, pirata della strada fermato a Castello. Era drogato

Fermato dai carabinieri nella mattinata del 31 luglio a Castelsangiovanni il 29enne tossicodipendente di Codogno che avrebbe travolto un gruppo di ciclisti sulla provinciale 27 tra Camairago e Castiglione d'Adda in provincia di Lodi il 30 luglio. Sette i feriti in tutto

Da sinistra: il maresciallo Domenico Esposito, il capitano Stefano Bezzeccheri e il carabinieri Floriana Fortunato

Ha travolto un gruppo di ciclisti  sulla provinciale 27 tra Camairago e Castiglione d'Adda in provincia di Lodi e poi è scappato. Sette in tutto i feriti, il più grave, un 40enne, si trova ricoverato ed è ancora in prognosi riservata: molto importanti i traumi riportati nell'impatto. Il 31 luglio, dopo una notte di ricerche è stato individuato e fermato a Castelsangiovanni  il pirata della strada che a bordo della Lancia Ypsilon della sorella color carta da zucchero, dopo aver travolto il gruppo, si è dato alla fuga. Si tratta di un 29enne tossicodipendente di Codogno, risultato positivo ai test tossicologici: guidava drogato quando è piombato sul gruppo.  Il giovane dopo l'incidente era scappato a folle velocità, immediatamente i carabinieri del Norm di Codogno avevano avviato le ricerche estendendole anche alle province confinanti e nella mattinata del 31 luglio è stato fermato da una pattuglia dei carabinieri di Castelsangiovanni, poco distante dalla caserma del paese. Il 29enne si aggirava chiedendo soldi ai passanti in maniera molesta, fanno sapere dall'Arma. I militari lo hanno condotto in caserma, prima ha detto di essere stato rapinato ma piano piano ha ha raccontato chi era e cosa aveva fatto. Dopo essere piombato sul gruppo di ciclisti, si sarebbe nascosto nell campagne di Lodi dove avrebbe abbandonato l'auto, non ancora trovata, per poi passare la notte nei campi. La mattina avrebbe preso una bicicletta e avrebbe raggiunto Castelsangiovanni dove poi è stato fermato dai carabinieri. Nel tardo pomeriggio del 31 luglio è stato sottoposto al fermo di polizia giudiziaria e sarà portato in carcere in attesa della convalida del gip. E' accusato di lesioni gravissime in seguito a incidente stradale, guida sotto l'effetto di stupefacenti e omissione di soccorso. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le spaccano la faccia contro una cancellata per rapinarla della borsa

  • Scaraventano un cancello contro la polizia per scappare dopo il colpo: quattro arresti

  • Cacciatore cade in un dirupo e muore

  • Cene e ritrovi clandestini in due locali, blitz della finanza: multa per tutti e attività sospesa

  • L'annuncio di Bonaccini: «La regione torna “zona gialla” da domenica»

  • Il divieto di spostamento tra comuni non piace a nessuno: «Così non potranno vedersi genitori e figli»

Torna su
IlPiacenza è in caricamento