Cronaca

Cocaina, eroina, metadone: due arresti dei carabinieri nel fine settimana

Bilancio del servizio di controllo del territorio svolto nella propria giurisdizione dai carabinieri della Stazione di Rivergaro, guidata dal luogotenente Roberto Guasco

Due uomini di 56 e 40 anni arrestati per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, due soggetti segnalati quali assuntori di droga e un giovane di 21 anni denunciato per porto di armi od oggetti atti ad offendere è il bilancio del servizio di controllo del territorio svolto nella propria giurisdizione dai carabinieri della Stazione di Rivergaro, guidata dal luogotenente Roberto Guasco.

Sabato e domenica appena trascorsi, con posti di controllo e un’attenta vigilanza del territorio di competenza, i militari di Rivergaro hanno eseguito un mirato e pianificato servizio teso principalmente al contrasto dei reati predatori e al contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti. Sono stati vigilati e controllati i principali luoghi di ritrovo di soggetti di interesse operativo, di aggregazione di giovani e alcuni posti di blocco sono stati effettuati lungo la Statale 45 e sulle altre arterie principali.

Nel corso dell’attività sono stati controllati numerosi veicoli. In particolare, domenica intorno alle 14 a Gossolengo, durante un posto di controllo è stato fermato a bordo di un’autovettura che aveva in uso un 40enne, piacentino, domiciliato a Gossolengo, con precedenti di polizia per reati inerenti gli stupefacenti ed il patrimonio. Durante il controllo, ha cercato di disfarsi di un involucro. Tale gesto non è sfuggito ai militari di pattuglia, che prontamente lo hanno recuperato. Al suo interno vi erano alcune dosi di eroina ed alcune dosi di cocaina, per un peso complessivo di 9 grammi. Il 40enne, pregiudicato, è stato quindi portato in caserma a Rivergaro e lo stupefacente è stato sequestrato. L'uomo è stato arrestato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. 

Sabato mattina, invece, la pattuglia di Rivergaro in servizio di perlustrazione, mentre transitava nei luoghi e nelle immediate vicinanze delle dimore di noti pregiudicati, hanno notato uno scambio probabilmente di droga dalla finestra del bagno di casa. Hanno notato la scena e hanno arrestato in flagranza un 56enne, piacentino, già noto, per detenzione ai fini di spaccio di droga. L’uomo poco prima, dopo aver ricevuto 50 euro, aveva passato dalla finestra 4 flaconi di metadone, per complessivi 200 millilitri, ad un 37enne di Carpanetomche è stato segnalato quale assuntore alla Prefettura di Piacenza. Anche questa volta, il 56enne è stato portato in caserma e il metadone è stato subito sequestrato.

Infine, domenica, prima di cena, intorno alle 18, a Rivergaro, nella zona pedonale del lungo Trebbia, un giovane del luogo di 21 anni, è stato fermato e perquisito. E’ stato trovato in possesso di 5 grammi di marijuana e di un coltello di genere proibito, con una lama lunga 16 cm. La droga ed il coltello sono stati subito sequestrati, il giovane è stato segnalato alla Prefettura di Piacenza quale assuntore di droga e denunciato alla Procura della Repubblica per porto di armi od oggetti atti ad offendere.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cocaina, eroina, metadone: due arresti dei carabinieri nel fine settimana

IlPiacenza è in caricamento