Collegio San Vincenzo, un sopralluogo con tutte le realtà universitarie piacentine

Il San Vincenzo residenza per gli studenti: parte la corsa contro il tempo nella speranza di vedere l'opera realizzata per il 2017. Il vicesindaco Timpano a confronto con tutte le realtà presenti in città

Si è tenuto ieri, lunedì 20 luglio, su iniziativa del vicesindaco Francesco Timpano, un sopralluogo con i rappresentanti di tutte le realtà accademiche presenti a Piacenza, in merito alla ristrutturazione dell’ex Collegio San Vincenzo, progetto finanziato dal Ministero dell’Università e della Ricerca per 4.520.000 euro, con l’obiettivo di destinarlo a residenza per gli studenti. Un’operazione resa possibile con la concessione dell’immobile da parte del Comune di Piacenza alla Asp Collegio Morigi – De Cesaris che, nella sua funzione di ente delegato per il diritto allo studio, è intestataria e realizzatrice del progetto.

“Scopo dell’incontro – spiega l’assessore Timpano – è stato quello di raccogliere idee e suggerimenti per la realizzazione di un collegio di impianto innovativo sulla mobilità internazionale degli studenti, rivolto anche  a docenti e ricercatori. E’ nostra intenzione proporre un modello di residenza universitaria non tradizionale, aperto alle nuove forme della frequenza in ateneo, spesso caratterizzata dalla presenza per periodi di tempo limitati. L'obiettivo – aggiunge in proposito il vicesindaco – è per esempio quello di dare vita a una struttura adatta alle nuove esigenze dei corsi di laurea magistrale del Politecnico, ma anche a servire gli studenti internazionali delle lauree magistrali dell'Università Cattolica. Vogliamo poi coinvolgere l’Università di Parma e il Conservatorio, affinchè la struttura sia al servizio di tutto il sistema universitario piacentino”.

“Sarà più una residenza che un collegio – precisa Francesco Timpano – e speriamo, con il sostegno di Ergo, Agenzia regionale per il diritto allo studio, di poterne fare un luogo di erogazione di servizi per gli universitari piacentini, collocato in centro storico. E' una scommessa importante sul futuro del nostro polo universitario, per mantenere e far crescere il quale occorre che il sistema territoriale continui ad investire, in un periodo in cui le sedi decentrate delle università sono oggettivamente in ridimensionamento. Vogliamo farlo con tutte le istituzioni del territorio ed abbiamo condiviso queste riflessioni con Provincia, Camera di Commercio e soprattutto con la Fondazione di Piacenza e Vigevano che ha programmi importanti di sostegno alla nostra realtà universitaria”.

Oltre agli assessori comunali Francesco Timpano e Silvio Bisotti erano presenti il professor Dario Zaninelli, prorettore della sede di Piacenza del Politecnico di Milano, il dottor Angelo Manfredini della sede di Piacenza dell'Università Cattolica, il Maestro Camillo Mozzoni del Conservatorio Nicolini, la professoressa Lorella Franzoni, delegata del Rettore dell'Università di Parma per il benessere studentesco e la dottoressa Ketty Bulgarelli, coordinatrice  della sede didattica di Piacenza del corso di laurea in Infermieristica..

In rappresentanza della Asp Collegio Morigi – De Cesaris, il direttore Eugenio Silva e l'architetto Giuseppe Oddi  hanno illustrato il progetto e guidato il sopralluogo. “Ora – conclude il vicesindaco – parte la corsa contro il tempo nella speranza di vedere l'opera realizzata per il 2017”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ripescata nel Po un'auto con a bordo un cadavere, è Daniele Premi

  • Nuovo decreto e spostamenti tra Regioni e Comuni: cosa si può fare (e cosa no) dal 16 gennaio

  • Cade dalle scale di casa e batte la testa, è grave

  • Frontale tra due auto a Fiorenzuola: tre feriti, uno è gravissimo

  • Brugnello, Rivalta, Vigoleno: Valtrebbia e Valdarda grandi protagoniste a "Linea Verde"

  • Solo in Italia e ricoverato in ospedale a Piacenza, i poliziotti delle volanti si prendono cura del suo cane

Torna su
IlPiacenza è in caricamento