menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La polizia davanti alla tabaccheria rapinata (Foto Bisa)

La polizia davanti alla tabaccheria rapinata (Foto Bisa)

Colpo in tabaccheria: gestore reagisce, il bandito spara un colpo e poi fugge

Momenti drammatici nel tardo pomeriggio del 5 dicembre nella tabaccheria di via Borghetto dove un rapinatore è stato messo in fuga dall'energica reazione del titolare, rimasto illeso: «Pensavo fosse una scacciacani»

E’ vivo e illeso per miracolo il gestore della tabaccheria di via Borghetto che ha reagito al rapinatore che ha fatto irruzione nel suo negozio nel pomeriggio di sabato 5 dicembre. Il bandito infatti ha sparato un colpo di pistola che fortunatamente non ha ferito l’uomo, ma che si è conficcato nel muro. Il malvivente è poi fuggito a mani vuote, e ora gli stanno dando la caccia polizia e carabinieri in tutta la città. Si tratta quasi certamente del rapinatore seriale che nell’ultima settimana ha già colpito altre due volte all’edicola della Farnesiana e al supermercato di via Santa Franca.

Il rapinatore è entrato nella tabaccheria introno alle 19,30, all’orario di chiusura. Subito ha estratto una pistola e l’ha puntata contro il titolare che era al telefono dietro al bancone, ma che non ha esitato a reagire in modo deciso per cacciare via lo sconosciuto. «Pensavo che si trattasse di un’arma finta, tipo una scacciacani» ha poi raccontato l’uomo, ancora sotto choc, alla polizia. Il bandito a questo punto ha premuto il grilletto e ha sparato un colpo che miracolosamente, nonostante la distanza ravvicinata, non ha colpito l’uomo dietro al banco. Poi è uscito ed è scappato a piedi facendo perdere le sue tracce.

Sul posto sono subito intervenuti gli agenti delle volanti, i colleghi della squadra mobile e la polizia scientifica. Sul posto, per le ricerche, anche una gazzella del Nucleo redimibile e una pattuglia dell’istituto di vigilanza Ivri di Piacenza. Le ricerche in zona non hanno però dato esito. Per precauzione è stata chiamata anche un’ambulanza della Croce rossa: il gestore è stato visitato dai volontari Cri ma non è stato fortunatamente necessario il trasporto in ospedale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento