Coltiva piante di marijuana, 50enne patteggia la pena

Un anno e 4 mesi (pena sospesa) all’uomo che era stato arrestato dai carabinieri di Monticelli

​Gli è costato caro aver piantato la canapa, da cui avrebbe ottenuto marijuana. Un 50enne, arrestato la scorsa settimana nella zona di San Nazzaro, ha patteggiato l'8 settembre, la pena di un anno e quattro mesi di reclusione, oltre a una multa di 3.400 euro. All’uomo, che doveva rispondere di coltivazione e produzione di stupefacenti, il giudice Italo Ghitti, pm Paolo Maini, ha concesso la sospensione condizionale della pena. L’uomo, difeso dall’avvocato Simona Carpanini, aveva ammesso durante la direttissima la propria responsabilità e di aver fatto «una cavolata». Le piante, una ventina, si era sviluppate a tal punto che avevano raggiunto i 2,80 metri di altezza ed erano stati dai militari di passaggio nell’area dove erano state coltivate. La lotta allo spaccio, questa estate, è andata di pari passo con quella alla coltivazione. Infatti, forse grazie al gran caldo, sono stati tanti i piacentini che hanno pensato di motivarsela in casa. In tanti, però, sono finiti prima con le manette ai polsi e poi davanti al giudice. Come è accaduto al 55enne arrestato oggi 8 settembre dalla Guardia di finanza ad Alseno.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Carla non ce l'ha fatta, il suo alpino Stefano la piange dopo la serenata davanti all'ospedale

  • Cacciatore cade in un dirupo e muore

  • Cene e ritrovi clandestini in due locali, blitz della finanza: multa per tutti e attività sospesa

  • «Noi facciamo sesso, licenziateci tutte». Il Centro Tice prende posizione sul caso della maestra di Torino

  • Le spaccano la faccia contro una cancellata per rapinarla della borsa

  • Nuova ordinanza della Regione: aperti i negozi nei festivi. Ma si rimane in fascia arancione

Torna su
IlPiacenza è in caricamento