rotate-mobile
Cronaca Gragnano Trebbiense / Via Roma

Commessa aggredita da quattro banditi all'orario di chiusura

Rapina nella serata del 2 agosto in un chiosco di ortofrutta in località Loggia di Gragnano. «Devo comprare un'anguria» ha detto uno da dietro la porta fingendosi un cliente in ritardo per farsi aprire. Bottino di 700 euro

Rapina nel tardo pomeriggio di ieri in un chiosco di ortofrutta vicino a Gragnano. Quattro sconosciuti, probabilmente stranieri, sono entrati dopo che il negozio aveva già chiuso con la scusa di acquistare un'anguria. La commessa, una donna piacentina di 45 anni, è stata aggredita e immobilizzata mentre i banditi hanno preso l'incasso di circa settecento euro. Poi sono scappati a bordo di un'auto sulla quale c'era anche un complice e hanno fatto perdere le loro tracce. Delle indagini si stanno occupando i carabinieri della stazione di San Nicolò.

Il fatto è avvenuto poco dopo le 20 nel chiosco di ortofrutta in località Loggia, vicino a Gragnano e di proprietà di Luigi Bisi, il presidente di Coldiretti. La commessa aveva chiuso da poco quando ha sentito un individuo che bussava alla porta. Con fare gentile, chiedeva se era possibile, nonostante l'orario di chiusura, acquistare un'anguria. La donna lo ha fatto entrare, ma in quel momento ha dimostrato le sue vere intenzioni mettendo una mano sulla bocca della commessa e spingendola violentemente contro il muro. Nel frattempo ha fatto entrare anche altri tre compici che hanno preso il registratore di cassa con dentro l'incasso della giornata, circa 700 euro in contanti. Poi sono tutti fuggiti a bordo di un'auto all'esterno sulla quale stava aspettando un quinto complice. Avvertiti i carabinieri, all'arrivo dei militari i banditi erano già scappati.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Commessa aggredita da quattro banditi all'orario di chiusura

IlPiacenza è in caricamento