Nibbiano, presentato il festival Confluenze

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di IlPiacenza

Con un incontro aperto ai rappresentanti istituzionali della Val Tidone e alle realtà che ne costituiscono le molteplici anime Confluenze Festival si è presentato al territorio in vista dell'inizio della rassegna che dal 12 al 19 luglio proporrà mostre, concerti, laboratori e momenti di dialogo e confronto sui temi della sostenibilità ambientale, dell'integrazione e delle "buone pratiche" nel territorio dell'Alta Val Tidone.

L'incontro si è tenuto ieri (martedì 30 giugno) alle ore 20.45 nella sala consiliare del municipio di Nibbiano, uno dei paesi in cui si snoderà il calendario delle iniziative. A rappresentare le istituzioni erano presenti il sindaco di Nibbiano Giovanni Cavallini e il vicesindaco di Pecorara Lionello Pollachini. Erano presenti anche gli organizzatori del festival e i referenti di alcune delle numerose associazioni e realtà che hanno deciso di confluire in questo progetto: le associazioni Casa Grande e Chi Cerca Crea con Musica e Valli, Storie della Val Tidone, Il Cammino, Banca del Tempo e GAP.

Confluenze, un festival "diffuso" e nato dalle stesse realtà del territorio, sarà un'occasione per condividere e scambiare esperienze sui temi del consumo critico, dell'autoproduzione, dell'incontro tra differenti culture e differenti esperienze e per confrontarsi sulle nuove pratiche dell'economia, dell'agricoltura contadina e dell'artigianato. Proporrà spunti per mettere in circolo energie e buone pratiche, per ritrovarsi insieme - cittadini e associazioni, residenti e turisti, artigiani, agricoltori, artisti e piccoli commercianti - allo scopo di costruire o accrescere reti, confrontarsi con culture e pratiche diverse, incontrare nuovi amici e conoscere meglio il proprio vicino di casa, trovare affinità, imparare cose nuove e divertirsi insieme.

In occasione della manifestazione aprirà a Nibbiano "Spazio Confluenze", un "luogo fisico" (è in via Cavour 2, di fronte alla sede di Casa Grande, all'interno di un palazzo dei primi del Novecento) che costituirà una vetrina per i prodotti degli artigiani, degli agricoltori e degli artisti della Val Tidone, un punto di partenza per chiunque desideri conoscere le varie realtà attive sul territorio e uno spazio di incontro dove portare la propria esperienza e imparare cose nuove mediante conferenze, presentazioni e laboratori. Tra le iniziative collaterali è da segnalare anche la "mappatura" delle aree da picnic del territorio, luoghi accessibili gratuitamente in cui fare tappa durante le varie passeggiate proposte e i vari eventi proposti dal Festival.

Torna su
IlPiacenza è in caricamento