«Con lei perdiamo tanto», l'Asl saluta Silvia Herrera. Donati gli organi

Silvia era una oss all'ospedale ed è morta dopo essere stata travolta da un'auto: «Grazie alla generosità dei suoi familiari, che hanno consentito il prelievo, i suoi organi e tessuti consentiranno a diverse persone in attesa di un trapianto di avere una chance di sopravvivenza»

Silvia Marlene Herrera e la sua bicicletta

"Silvia era un'amica e una collega. La collega che tutti vorremmo avere: quella su cui puoi sempre contare, quella che non ti lascia mai in difficoltà, quella che ti ascolta, quella che con lieve ironia ti aiuta a superare il peggiore dei turni. Sempre disponibile, sempre collaborante, sempre paziente, sempre professionale". 

"Chi di noi ha avuto occasione di incontrarla, difficilmente dimenticherà il suo meraviglioso sorriso. Chi di noi l'ha conosciuta meglio, sa che in questi lunghi anni ha indubbiamente reso più sopportabili i momenti critici di tante persone. 
Con lei perdiamo tanto, umanamente e professionalmente. Generosa fino all'ultimo, vorremmo solo che con lei vita lo fosse stata altrettanto. Chica, è stato un piacere e un onore conoscerti e lavorare con te".

I colleghi di Silvia Marlene Herrera, che ha perso la vita nella giornata del 28 giugno in seguito ai traumi dell'incidente avvenuto in via XXIV maggio il 27 giugno, hanno voluto salutarla pubblicamente. Silvia, operatrice socio sanitaria all'ospedale cittadino, è stata travolta da un'auto mentre era in sella alla sua bicicletta. Grazie alla generosità dei suoi familiari, che hanno consentito il prelievo, i suoi organi e tessuti consentiranno a diverse persone in attesa di un trapianto di avere una chance di sopravvivenza, si legge in una nota Asl sulla pagina Facebook dell'azienda. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Carla non ce l'ha fatta, il suo alpino Stefano la piange dopo la serenata davanti all'ospedale

  • San Nicolò, schianto all'incrocio tra un'ambulanza e un'auto: quattro feriti

  • «Noi facciamo sesso, licenziateci tutte». Il Centro Tice prende posizione sul caso della maestra di Torino

  • Con la caldaia rotta accendono il gas per scaldarsi, famiglia intossicata

  • Nuova ordinanza della Regione: aperti i negozi nei festivi. Ma si rimane in fascia arancione

  • In auto centra tre vetture in sosta e si ribalta. Illeso

Torna su
IlPiacenza è in caricamento