Cronaca

Con una Smith & Wesson nell’armadio, prostituta condannata

Un anno e 4 mesi a una ragazza greca di 25 anni. La difesa: non sapeva che ci fosse e in quella casa c’era stato un altro inquilino

foto: mondoarmi.it

Non sapeva di quella pistola Smith & Wesson calibro 38 e in quell’appartamento c’erano anche altre persone e in precedenza era abitato da un altro inquilino. Il giudice Laura Pietrasanta, però, ha deciso in modo diverso e ha condannato una prostituta 25enne, originaria della Grecia, a un anno e 4 mesi per ricettazione e detenzione di arma comune da sparo. Il pubblico ministero Sara Macchetta aveva chiesto la condanna a 8 mesi, mentre l’avvocato difensore Lorella Farinotti (nellla foto in basso, in sostituzione dell’avvocato Gaetano Lecce) l’assoluzione e la riqualificazione in una forma lieve della ricettazione. L’arma venne scoperta dalla polizia nel 2016 a Piacenza, durante una perquisizione. In un armadio, gli agenti trovarono la pistola a tamburo che, dopo un controllo, risultò rubata. La donna venne così denunciata e la pistola sequestrata. Secondo il difensore, la 25enne non aveva mai saputo di quell’arma nascosta nell’armadio. In precedenza, c’era un altro inquilino e al momento dell’irruzione della polizia, in casa erano presenti due clienti. Farinotti valuterà il ricorso in appello dopo aver letto le motivazioni della sentenza.

Lorella Farinotti-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Con una Smith & Wesson nell’armadio, prostituta condannata

IlPiacenza è in caricamento