rotate-mobile
Mercoledì, 19 Gennaio 2022
Cronaca Lugagnano Val D'Arda

Trovati con hascisc e cocaina, due giovani in manette a Lugagnano

La coppia è tornata in libertà dopo l'arresto avvenuto domenica sera. Una ragazza di 18 anni e un 30enne processati per direttissima con l'accusa di spaccio

Sono tornati in libertà i due giovani arrestati dai carabinieri, domenica sera, perché trovati in possesso di hascisc e cocaina a Lugagnano. Il processo per direttissima, davanti al giudice Adele Savastano, pm Arturo Iacovaccci, si è svolto stamattina, ma è stato rinviato al 12 febbraio, su richiesta dell’avvocato difensore Andrea Perini il quale ha chiesto tempo per studiare il caso. I due, arrestati con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti, sono una ragazza di 18 anni e un 30enne, entrambi residenti nella zona di Lugagnano. La vettura sulla quale erano a bordo era stata  fermata da una pattuglia dei carabinieri di Rivergaro. A bordo c’erano tre ragazzi. I militari hanno notato il nervosismo del terzetto e hanno perquisito la vettura e i ragazzi.

Dalla borsetta della giovane sono spuntati 60 grammi di hascisc, un bilancino di precisione e una confezione di Subotex, un farmaco in genere fornito dal Sert (il servizio Ausl per le tossicodipendenze). Il 30enne aveva in tasca alcuni grammi di hascisc, mentre l’autista una dose. E’ scattata così la perquisizione domiciliare a casa della ragazza,  a cui hanno partecipato anche i carabinieri di Lugagnano, dove sono emerse tre grammi di cocaina. Per la 18enne e per il 30enne sono scattate le manette, mentre l’autista se l’è cavata con una segnalazione alla prefettura come assuntore di stupefacenti. Il giudice Savastano ha convalidato l’arresto rimettendo, però, in libertà i due.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trovati con hascisc e cocaina, due giovani in manette a Lugagnano

IlPiacenza è in caricamento