Confermato lo "Sbarco in Lombardia": tutto pronto per il tuffo e l'attraversamento in Po

Previsti diversi mezzi da sbarco: fra i nuotatori per ora confermati Carlo Mistraletti e Francesco Molina

Risale a più di 30 anni fa il veliero fluviale di 16 metri per studiare l’inquinamento lungo tutto il corso del Po,  fatto costruire dal celebre neurochirurgo parmigiano Riccardo Brizzi ( vedi Ecologia-Lungo viaggio scientifico sulle acque del fiume- Sandro Pasquali   “Domenica del Corriere” del 25 gennaio 1986).

Lunedi 6 giugno 2016 alle ore 18 è previsto l’8° “SBARCO in LOMBARDIA” partendo da Piacenza sulla riva destra del Po fra i due ponti ferroviario e  stradale.   L’arrivo  dei “mezzi da sbarco” e dei nuotatori sarà circa 1 Km a valle sulla riva sinistra lombarda a livello della capanna Meraviglia, in comune di San Rocco ( visibile – meglio con cannocchiale- di fronte alla terrazza della Società Canottieri Nino Bixio). Viene costeggiato e superato il territorio neutrale dell’isolotto Maggi.

 L’impresa simbolica e ardita – afferma Carlo Mistraletti - rientra sempre nella commemorazione della più grande battaglia navale ( e terrestre) di tutti i tempi: lo Sbarco in Normandia del 6-6-‘44, il celebre “D Day” che portò alla liberazione dell’Europa e poi alla fine della seconda guerra mondiale. Lo scopo testimoniale e “geopolitico” della manifestazione è la “liberazione” del fiume Po e della valle padana dall’inquinamento, che oggi fà più morti delle guerre ( ha detto qualcuno nei giorni scorsi sfondando una porta aperta…). Depurando le acque spesso inquinate da terra e purificando l’aria, quindi risanando e abbellendo l’ambiente, sarebbero controllati I tumori e le malattie cardiopolmonari molto di più che con farmaci o nuove scoperte. Sarebbe anche in equilibrio quel Sistema Sanitario che ormai è insostenibile per  qualsiasi Governo o sistema economico avanzato.

All’epoca del primo “sbarco piacentino”  avvenuto di fronte alla Società Vittorino da Feltre nel 2009 con il monito delle associazioni naturalistiche: “Lambrum et Olona fluminapurificandasunt” (presenti Giuliano Ferrari, Francesco Solenghi e Sando Pasquali) si sperava che il Po sarebbe stato risanato e rinaturato – come raccomanda Pier Luigi Viaroli- entro 5 anni per interventi ecologici da parte della  cinque Regioni interessate: Piemonte, Liguria, Emilia Romagna, Lombardia e Veneto. In realtà in questi anni i miglioramenti sono stati scarsi, l’ecosistema fluviale si è impoverito ( e alcune matrici tossiche sono accresciute)

Quest’anno – ricorda Mistraletti - è in cantiere un gemellaggio virtuoso e salvifico Po-Tevere e al proposito, è  stato invitato simbolicamente e operativamente, tramite amici piacentini e romani, il generoso commissario Guido Bertolaso che ha offerto la sua esperienza e laboriosità per rendere il Tevere balneabile a Roma entro pochi anni o al massimo una legislatura.Inviatati anche il grintoso ecologo Beppe Grillo amico dei medici piacentini Giuseppe Miserotti,  Carlo Mistraletti e del prof. Manfredi Saginario di Parma (il comico Genovese ha già imitato l’iniziativa piacentina il 10 ottobre 2012 approdando a nuoto con meno pericoli nel bel mare di Messina ). Fra i primi cittadini è invitato anche il sindaco di Parma Federico  Pizzarotti.Sarà presente virtualmente anche l’ex sindaco di Piacenza Roberto Reggi, che ora- per dirla con il decano dei giornalisti Gian Franco Scognamiglio- è nume tutelare romano delle rive demaniali dei fiumi, troppo spesso bistrattate o occupate abusivamente con gravi conseguenze naturalistiche e sociali.

Mistraletti sbarco-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • San Nicolò, schianto all'incrocio tra un'ambulanza e un'auto: quattro feriti

  • Carla non ce l'ha fatta, il suo alpino Stefano la piange dopo la serenata davanti all'ospedale

  • «Noi facciamo sesso, licenziateci tutte». Il Centro Tice prende posizione sul caso della maestra di Torino

  • Con la caldaia rotta accendono il gas per scaldarsi, famiglia intossicata

  • In auto centra tre vetture in sosta e si ribalta. Illeso

  • Farini, addio al ristoratore Adriano Figoni

Torna su
IlPiacenza è in caricamento