«Contro le Amministrazioni incapaci serve la legge sull'omotransfobia»

Piacenza fuori dalla rete RE.A.DY. Arcigay Gioconda Reggio Emilia: «Una decisione come quella piacentina rimarrà nella storia della regione come un esempio di pessima amministrazione»

«Piacenza offre questa mattina una prova tangibile della necessità di una legge regionale contro l’omotransfobia che promuova in ogni città la lotta alle discriminazioni, visto che evidentemente alcuni amministratori sono incapaci di difendere la propria cittadinanza. La legge regionale, che verrà presentata in Consiglio Regionale dall’onorevole Roberta Mori, era uno dei punti principali del programma politico del REmilia Pride che si è svolto il 3 giugno 2017 a Reggio Emilia, evento di cui Piacenza tramite il Comitato Arcigay L’Atomo ha fatto parte integrante dal primo minuto, arrivando con diverse centinaia di persone a marciare per le strade di Reggio Emilia, assieme alle 15.000 persone presenti (stima della questura)», scrive in una nota Alberto Nicolini, il presidente dell'Arcigay Gioconda Reggio Emilia, Comitato REmilia Pride. 

«Il REmilia Pride - continua - chiede all’amministrazione comunale di essere onesta: non è certo la fantomatica teoria gender il problema, del resto dopo le Sentinelle in piedi nessuna persona di buon senso può più cadere in una trappola di malafede del genere. Piuttosto la sindaca di Piacenza Patrizia Barbieri ammetta che si esce dalla Rete RE.A.DY perché si vuole discriminare contro le persone gay, lesbiche, bisessuali, trans. Si elimina questo strumento perché si vuole che i bambini e le bambine di Piacenza crescano in un mondo di bullismo, discriminazione, pericolo»

«Non si illuda l’amministrazione comunale: il popolo emiliano del REmilia Pride non resterà a guardare. Siamo pronti in qualunque momento ad intervenire e spiegarle pubblicamente come si attua l’articolo 3 della costituzione, anche se ormai una decisione come quella piacentina rimarrà nella storia della regione come un esempio di pessima amministrazione».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • San Nicolò, schianto all'incrocio tra un'ambulanza e un'auto: quattro feriti

  • «Noi facciamo sesso, licenziateci tutte». Il Centro Tice prende posizione sul caso della maestra di Torino

  • Con la caldaia rotta accendono il gas per scaldarsi, famiglia intossicata

  • In auto centra tre vetture in sosta e si ribalta. Illeso

  • Farini, addio al ristoratore Adriano Figoni

  • Animale sulla strada, si ribalta con l'auto in un campo: ferito

Torna su
IlPiacenza è in caricamento