Martedì, 16 Luglio 2024
Cronaca

Senza green pass o con quello di un altro, tre clienti e altrettanti locali sanzionati

Controlli a tappeto dei carabinieri. Quasi cinquecento le persone controllate solo dai carabinieri in città e in provincia

Verifiche in attività commerciali, bar, ristoranti e fermate dei mezzi di trasporto. Denunciato uno straniero perché era in possesso di un green pass riconducibile ad altro uomo, sanzionati due clienti perché seduti ad un tavolo a consumare sprovvisti del green pass, uno sanzionato perché sprovvisto di mascherina e sanzionati tre titolari di locali per omesso controllo. Per tutta la giornata del 6 dicembre, sino a tardissima sera, nell’ambito dell’apposito piano predisposto dalla Prefettura e delle modalità individuate e condivise con tutte le altre forze di polizia, i carabinieri del Comando Provinciale di Piacenza hanno effettuato uno specifico servizio di controllo sul rispetto dell’obbligo del super green pass per l’accesso a determinate categorie di attività e servizi, rivolgendo le verifiche anche all’obbligo del possesso del green pass base per l’utilizzo di mezzi pubblici, o andare in piscina o in palestra.

I controlli, rafforzati soprattutto nelle ore di maggior afflusso di persone e nelle aree di maggiore aggregazione, hanno interessato tutto il territorio provinciale e anche la città, relativamente al settore di competenza in base al piano di controllo coordinato del territorio.

Tutte le pattuglie delle dipendenti Compagnie di Piacenza, Fiorenzuolae Bobbio, e tutte le “gazzelle” del Radiomobile in circuito nella giornata di ieri, hanno concorso al dispositivo, con il rinforzo anche di due equipaggi delle Squadre d’Intervento Operativo (S.I.O.) di Bologna e di personale del NAS di Parma.

Sono state controllate complessivamente 487 persone e accuratamente ispezionate 107 attività ed esercizi commerciali, in città e provincia, contestando due violazioni all’obbligo del super green pass o del green pass base ai clienti e 3 ai titolari di attività che hanno omesso di effettuare i controlli. Un 32enne straniero da diverso tempo dimorante in città, controllato a Piacenza alla “Veggioletta” all’interno di un ristorante-pizzeria, è stato denunciato per sostituzione di persona e false dichiarazioni sulla propria identità e sanzionato con 400 euro di multa per il mancato possesso del green pass. Nella circostanza, infatti, i militari hanno accertato che il predetto era in possesso di un green pass riconducibile ad altro soggetto italiano.

Nessuna sanzione è stata applicata nei confronti delle persone controllate alle fermate di mezzi di trasporto e nei luoghi di aggregazione sociale che sono risultate tutte in regola. Ottantuno sono state le persone controllate sul corretto uso dei dispositivi di protezione delle vie respiratorie : una sola è stata sanzionata perché era in un bar sprovvista della mascherina.

Ad alcuni controlli negli esercizi pubblici, più precisamente a Cortemaggiore e Gazzola, ha concorso anche personale del NAS di Parma che si è dedicato soprattutto alla verifica delle restanti misure di contenimento alla diffusione epidemica, quali le operazioni di sanificazione, l’uso della mascherina, le informazioni ai clienti ed agli stessi dipendenti sulle norme di comportamento e distanziamento. Alcune violazioni sono state contestate.

Emerge quanto ancora sia importante non trascurare il rispetto delle normative vigenti per evitare che la situazione possa degenerare proprio in questo periodo molto delicato in vista delle festività natalizie in cui è necessario mantenere ancora più alta l’attenzione per prevenire conseguenze. Le verifiche, quindi, continueranno anche nei prossimi giorni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Senza green pass o con quello di un altro, tre clienti e altrettanti locali sanzionati
IlPiacenza è in caricamento