Sabato, 13 Luglio 2024
Cronaca

Controlli dei carabinieri nel week-end: nove persone denunciate

Guida in stato di ebbrezza è il reato più contestato, nella notte tra sabato e domenica, dai carabinieri gli automobilisti: un autista di un autoarticolato è stato anche fermato con 4 grammi di cocaina e un coltello. Gli interventi del radomobile, della stazione di Ponte dell'Olio, Levante e Principale. 9 denunce. A Ponte fermata una persona con un tagliando dell'assicuazione palesemente falso

9 denunce, nella notte tra sabato e domenica, per guidatori che avevano alzato troppo il gomito. E' questo il bilancio di decine di controlli effettuati dalle pattuglie di carabinieri della stazione Levante, di Ponte dell'Olio e del nucleo radiomobile.

ALCOL - Il nucleo radiomobile dell'Arma ha fermato quattro persone con un tasso alcolico compreso tra 0,8 e 1,5 g/l: un croato di 24 anni residente in Macedonia, un cingalese 32enne che vive a Piacenza (controllato in via dell'Artigianato), un bolognese di 40 anni e un parmigiano di 39 (entrambi risiedono in città). Fermato, inoltre, un marocchino di 34 anni visibilmente ubriaco, abitante a Sarmato, dalla Levante. Tutti denunciati per guida in stato di ebbrezza.
  Il camionista, in caserma, stava visibilmente male: dopo la denuncia è stato portato in ospedale per accertamenti  

COCA E COLTELLO
- Un autista professionista di un autoarticolato, poi, è stato fermato in evidente stato di altezione psicofisica. Si tratta di un bellunese di 39 anni. Sul suo mezzo i militari hanno ritrovato un coltello con lama di 10 centimetri, una "pipetta" per fumare stupefacente, oltre a 4 grammi di cocaina. L'uomo, in stato confusionale, dopo gli accertamenti in caserma è stato portato all'ospedale. Si è rifiutato di sottoporsi al test alcolemico. Per lui una denuncia per porto abusivo di oggetti atti a offendere, oltre a una segnalazione in prefettura come assuntore di droga.

FALSA ASSICURAZIONE - Gli uomini della stazione di Ponte dell'Olio, inoltre, hanno denunciato un piacentino 35enne che esibiva, sulla propria auto, un tagliando assicurativo palesemente falso, contraffatto in ogni particolare. Per lui è scattata la confisca del veicolo. Pare che l'uomo abbia "acquistato" il bollino in un giro di marchi assicurativi contraffatti su cui i carabinieri stanno indagando. 


Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Controlli dei carabinieri nel week-end: nove persone denunciate
IlPiacenza è in caricamento