menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Convegno associazione ex allievi San Vincenzo: dalla Grande Guerra alle missioni di pace

Luciano Molinelli (presidente dell'associazione): «Vogliamo non solo percorrere con questo convegno la storia quale memoria vera e costruttiva ma approfondire anche, mediante vere e sagge riflessioni, ogni aspetto derivato dalle guerre»

In occasione dell'anniversario del 100 anno dell'entrata in guerra dell'Italia (1 guerra mondiale 1915-1918), l’associazione exallievi del Collegio San Vincenzo, organizza a palazzo Galli – banca di Piacenza, giovedì 1 ottobre alle 18, un convegno commemorativo dei fatti storici, delle vite umane perdute e delle conseguenze lasciate ai posteri. Relatori saranno il tenente colonnello Massimo Moreni, in servizio presso il Genio Pontieri di Piacenza: "Momento storico riguardante la 1 Guerra Mondiale, con introduzione dei fatti storici della 2 guerra mondiale". Il  generale Fabrizio Castagnetti, già capo di Stato Maggiore: "Miscellanea generale sulle guerre, con specifico  riferimento sulle missioni di pace  e visualizzazione sui fatti contemporanei, fino al terrorismo Isis, nascita di tratte degli esseri umani con organizzazioni logistiche degli sbarchi a rischio vite". Monsignor Pietro Achilli, onorato ecclesiastico, esperto diretto dei fatti della Resistenza della 2 guerra mondiale e scrittore di libri: "Considerazioni storiche, riflessioni e meditazioni con parole da uomo di Chiesa e servo di Dio, con lascito di future reali prospettive”.

«E' volontà dell'associazione - afferma il presidente dell’associazione Luciano Molinelli - non solo percorrere con questo convegno, la storia, quale memoria vera e costruttiva, ma approfondire anche, mediante vere e sagge riflessioni, ogni aspetto derivato dalle guerre sia mondiali, che locali, sotto l'aspetto devastante con un'induzione alla ricerca di eventuali ragionevoli rimedi, anche per evitare, specialmente in futuro, altre catastrofi che costringerebbero a funeste, dannose e gravi deduzioni umane. Pensiamo sia necessario ricordare le missioni di pace a sostegno degli esseri umani bisognosi fino ad inoltrarci negli ultimi fatti contemporanei di traffici di essere umani dei vari stati del nord Africa ed arabi con flussi di migranti, rifugiati, imbarchi, evacuazioni, respingimenti ed accoglienza degli esseri umani».
.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento