Coronavirus, un contagiato in Lombardia ricoverato a Codogno

L’uomo è ricoverato in terapia intensiva all’ospedale di Codogno i cui accessi al pronto soccorso e le cui attività programmate, a livello cautelativo, sono attualmente interrotti. Le persone che sono state a contatto con il paziente sono in fase di individuazione

Coronavirus. C'è un contagiato in Lombardia, lo comunica l'assessore al Welfare della Regione Lombardia Giulio Gallera:  “Un 38enne italiano è risultato positivo al test del coronavirus. Sono in corso le controanalisi a cura dell’Istituto Superiore di Sanità. L’uomo è ricoverato in terapia intensiva all’ospedale di Codogno i cui accessi al pronto soccorso e le cui attività programmate, a livello cautelativo, sono attualmente interrotti. Le persone che sono state a contatto con il paziente sono in fase di individuazione e sottoposte a controlli specifici e alle misure necessarie”. Maggiori dettagli nel corso di una conferenza stampa che si svolgerà domani mattina, venerdì 21 febbraio, ad un orario che sarà comunicato in seguito. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

AGGIORNAMENTO DELLE 9.30 - Il 38enne risultato positivo al test del coronavirus sarebbe entrato in contatto con un collega rientrato dalla Cina la penultima settimana di gennaio. Si tratta di un manager di un'azienda di Fiorenzuola: i due sarebbero stati a cena i primi giorni di febbraio - ha detto a Sky Tg 24 l'assessore alla Sanità della Regione Lombardia, Giulio Gallera -  e, come scrive Corriere della Sera, il possibile 'paziente zero' "normalmente trascorre la maggior parte dell’anno in Cina, con limitati periodi in Italia. È tornato dalla Cina tra il 20 e il 21 gennaio, ma è sempre stato bene (e tuttora è in salute), tranne il 10 febbraio, quando ha avuto dei leggeri sintomi influenzali". Lo conferma anche il sindaco di Fiorenzuola, Romeo Gandolfi, in stretto contatto con l'azienda Usl di Piacenza: "Il manager di Fiorenzuola è in isolamento all'ospedale Sacco di Milano: è asintomatico e si attendono i risultati delle analisi per capire se sottoporre tutti i dipendenti dell'azienda ad accertamenti". All'ospedale Sacco di Milano è ricoverata anche la moglie del 38 di Codogno, pare anche lei risultata positiva ai primi test del coronavirus.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • «Mio marito è stato un dono per la mia vita»

  • Provincia in lutto, se ne è andata Roberta Solari

  • Covid-19, a Piacenza continuano a calare decessi e contagi

  • Contagi in drastico calo a Piacenza: il 7 aprile 17, ieri erano 44

  • Coronavirus e decessi, i numeri non tornano: se le vittime fossero molte di più?

  • Coronavirus, contagiati anche venti minori piacentini

Torna su
IlPiacenza è in caricamento