Coronavirus: il 38enne contagiato in contatto con un manager di Fiorenzuola, isolato a Milano. Chiusa la ditta Mae

Ricoverata anche la moglie del 38enne di Codogno, pare anche lei risultata positiva ai primi test del coronavirus, e una terza persona. Gandolfi: "Manager di Fiorenzuola asintomatico, si attendono i risultati delle analisi". Avviati controlli anche nel piacentino

Foto di repertorio

Il 38enne lombardo risultato positivo al test del Coronavirus sarebbe entrato in contatto con un collega rientrato dalla Cina la penultima settimana di gennaio. Si tratta di un manager di un'azienda di Fiorenzuola: i due sarebbero stati a cena i primi giorni di febbraio - ha detto a Sky Tg 24 l'assessore alla Sanità della Regione Lombardia, Giulio Gallera -  e, come scrive Corriere della Sera, il possibile 'paziente zero' "normalmente trascorre la maggior parte dell’anno in Cina, con limitati periodi in Italia. È tornato dalla Cina tra il 20 e il 21 gennaio, ma è sempre stato bene (e tuttora è in salute), tranne il 10 febbraio, quando ha avuto dei leggeri sintomi influenzali". Lo conferma anche il sindaco di Fiorenzuola, Romeo Gandolfi, in stretto contatto con l'azienda Usl di Piacenza: "Il manager di Fiorenzuola è in isolamento all'ospedale Sacco di Milano: è asintomatico e si attendono i risultati delle analisi per capire se sottoporre tutti i dipendenti dell'azienda ad accertamenti". All'ospedale Sacco di Milano è ricoverata anche la moglie del 38enne di Codogno, pare anche lei risultata positiva ai primi test del Coronavirus. 

Dopo i casi di coronavirus nel Lodigiano la Ausl di Piacenza ha avviato verifiche e controlli anche sul territorio emiliano, volti a verificare gli eventuali contatti dell'italiano rientrato dalla Cina con dipendenti piacentini dell'azienda.

GANDOLFI: «CONTROLLI ANCHE NELL’AZIENDA»

«Aggiornamento – scrive sui social il sindaco di Fiorenzuola Romeo Gandolfi - su Coronavirus a Fiorenzuola. Il lavoratore di Fiorenzuola rientrato dalla Cina a fine gennaio e identificato dal paziente zero come sospettato 1 è attualmente ricoverato all'ospedale di Codogno per accertamenti. Nel frattempo a scopo precauzionale è stata inviata una squadra sanitaria per il controllo dei lavoratori nell'Azienda Mae di Fiorenzuola. Attualmente sono in quarantena tre pazienti a Codogno. Nel primo pomeriggio avremo altri aggiornamenti dall' ASL Piacenza».

Dall'azienda Mae si fa sapere che la ditta è stata chiusa per accertamenti in via precauzionale per fare gli esami a tutti i lavoratori. Il manager di Fiorenzuola sarebbe l'unico a essere entrato in contatto con il 38enne ricoverato a Codogno, durante una cena. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Mae-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Esce di strada e si ribalta in un campo, muore a 32 anni

  • Bimbo di un anno in ospedale per cocaina, arrestati i genitori e i nonni

  • Invia le foto del tradimento alla moglie dell'amante della sua compagna, prima condanna per revenge porn a Piacenza

  • Sorprende i ladri in casa, 90enne scaraventata a terra e rapinata

  • «Mi dispiace per quanto ho fatto, mi hanno aggredito e mi sono solo difeso»

  • Ricette piacentine: la torta di patate

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento