Cronaca Raffalda / Via 24 Maggio

Coronavirus, arrivati i primi pazienti all'ospedale da campo militare

Sono stati trasferiti nel pomeriggio di domenica 22 marzo a bordo delle ambulanze dell'esercito

L’ospedale campale militare ha accolto domenica pomeriggio, 22 marzo, i primi malati di coronavirus trasferiti dall’ospedale civile. Le ambulanze militari hanno fatto la spola tra il Guglielmo da Saliceto e il Polo di mantenimento pesante, al cui interno è sistemato l’ospedale da campo, per trasportare i primi ammalati.

La struttura militare, preparata dal 1° Reparto sanità “Torino”, può accogliere 40 persone e ha anche tre posti di terapia sub-intensiva. Quelli portati domenica, e affidati alle cure di una ventina tra medici infermieri con le stellette, sono malati considerati di media gravità. In pochi giorni, dunque, l’Esercito ha sistemato l’ospedale e lo ha aperto. Un lavoro svolto in stretta sinergia con l’Asl e con una comunicazione diretta tra le due istituzioni, garantita da un reparto di Trasmissioni.

Domenica era previsto l’arrivo di alcune persone, mentre nei prossimi giorni l’ospedale da campo ospiterà il resto degli ammalati. Una mossa che serve per allentare un po’ la pressione sull’ospedale cittadino, come aveva detto anche il direttore del Polo, il maggior generale Sergio Santamaria, che da giorni viaggia al massimo dei giri, mettendo a dura prova il personale e le attrezzature.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, arrivati i primi pazienti all'ospedale da campo militare

IlPiacenza è in caricamento