rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
Cronaca

Corteo contro l’omobitransfobia, partecipa anche il Comune. Arcigay: «Siamo soddisfatti»

«Siamo soddisfatti della posizione della Giunta comunale nel rendersi partecipe di un sostegno ad un corteo pacifico e contro ogni discriminazione, che è un appuntamento sul nostro territorio arrivato alla sua terza edizione, in occasione della Giornata mondiale contro l’omobitransfobia che ricorda ogni anno la rimozione dell’omosessualità dalla lista delle malattie mentali»

"L’Atomo Arcigay Piacenza annuncia la collaborazione del Comune di Piacenza al corteo contro l’omobitransfobia. È una notizia importante a pochi giorni dall’ennesimo fatto di cronaca avvenuto a Bologna la scorsa settimana, dove un ragazzo è stato aggredito e ferito solo perché gay". È il messaggio che si legge in una nota del direttivo l’Atomo Arcigay Piacenza. Dopo qualche iniziale tentennamento (la delibera è stata portata nelle riunioni di Giunta per tre volte prima di essere approvata, segno di una mancanza di condivisione nella fase iniziale da parte di qualche assessore) l'Amministrazione ha accolto la richiesta di collaborazione all'evento organizzato a maggio.

"La collaborazione è stata possibile anche a nome di Agedo Milano (Associazione di Genitori, parenti e amici di persone LGBT) che, insieme a Famiglie Arcobaleno (l’associazione di genitori dello stesso sesso) e a noi, promuove l’associazionismo di diritti nella nostra Provincia. Siamo soddisfatti della posizione della Giunta comunale nel rendersi partecipe di un sostegno ad un corteo pacifico e contro ogni discriminazione, che è un appuntamento sul nostro territorio arrivato alla sua terza edizione, in occasione della Giornata mondiale contro l’omobitransfobia che ricorda ogni anno la rimozione dell’omosessualità dalla lista delle malattie mentali da parte dell’Organizzazione Mondiale della Sanità il 17 maggio 1990".

"Ribadiamo che tali posizioni sono supportate e riconosciute dalla comunità scientifica internazionale, la quale conviene nel definire le diverse identità di genere e gli orientamenti sessuali come varianti normali della sessualità umana. Per tali motivi la lotta alle discriminazioni non può e non deve avere colore politico. Il corteo contro l’omobitransfobia si terrà sabato 19 maggio 2018 alle ore 15.30 in Piazzale Marconi e da lì partirà verso il centro storico, arrivando in Piazza Cavalli alle ore 17.30: tutta la cittadinanza è invitata. Nel ringraziare il Comune, ci auguriamo in nuove collaborazioni in futuro".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Corteo contro l’omobitransfobia, partecipa anche il Comune. Arcigay: «Siamo soddisfatti»

IlPiacenza è in caricamento