menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cresce il numero di esercizi che ottengono il marchio Slot Free

Sale a 26 il numero di esercizi in città impegnati nella sensibilizzazione contro la diffusione del gioco d'azzardo

Sono stati consegnati giovedì 6 ottobre, nella sala del Consiglio comunale in Municipio, i marchi Slot Free ai titolari dei 15 esercizi commerciali piacentini che hanno manifestato la volontà di non installare macchinari per il gioco d’azzardo, dismettendo le attrezzature eventualmente in loro possesso. Gli esercenti sono stati accolti dagli assessori alla Legalità e al Commercio Luigi Gazzola e Giorgia Buscarini, unitamente alla referente di Libera Piacenza Antonella Liotti e al medico Antonio Mosti, direttore del Sert. Sono ora 26 gli esercizi in città che hanno il marchio Slot Free della Regione Emilia Romagna.

Cos'è il marchio Slot frE-R

E' una vetrofania che il Comune rilascia a seguito di una dichiarazione di adesione sottoscritta e presentata dall'esercente al comune nel cui territorio viene effettuata l'attività, con la quale viene manifestata la volontà di non installare slot machine e/o VLT (video Lottery Terminal) od altre apparecchiature simili o di dismettere quelle installate. Il marchio ha quindi primariamente una valenza etica, in quanto testimonia che gli esercenti che lo espongono hanno aderito concretamente nella loro attività quotidiana alla campagna di sensibilizzazione contro la diffusione del gioco con vincita aleatoria in denaro, in particolare nelle sue manifestazioni compulsive e patologiche.

Cosa si deve fare per ottenere il rilascio del marchio

Ufficio competente: Ufficio Formazione, via Beverora n° 59

Il marchio viene rilasciato dall'Ufficio Formazione a seguito della presentazione della dichiarazione di adesione redatta su modulo appositamente predisposto (disponibile presso l'ufficio stesso o scaricabile dal sito web www.comune.piacenza.it, area tematica Formazione).

Modalità di presentazione della domanda:

- consegna diretta all'Ufficio Formazione o al Protocollo Generale, entrambi siti in via Beverora n° 59 (in questo caso la sottoscrizione deve avvenire in presenza del dipendente addetto)

- invio a mezzo PEC con sottoscrizione digitale

- invio tramite fax o posta ordinaria, unitamente a copia del documento d'identità del richiedente.

Scadenza: non ci sono scadenze per la presentazione della dichiarazione di adesione.

 L'ELENCO DEGLI ESERCIZI

Allegati

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Case di riposo, quaranta ospiti in tutto il Piacentino rifiutano il vaccino

  • Cronaca

    In futuro vaccinazioni anche a Bobbio e a Bettola

Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento