Criminalità, a Piacenza più di 10mila denunce in un anno. Ma il calo dei reati è da record: -15%

Le denunce diminuiscono in tutta Italia: -7,53%. Milano maglia nera: 237mila reati in un anno. Piacenza meglio di Lodi e Parma ma i reati denunciati sono uno ogni ora

A Piacenza sono stati denunciati poco più di 3.700 reati nel 2016. E parliamo solo delle denunce registrate nella città capoluogo, che conta 102mila abitanti. In tutta la provincia, che di abitanti ne ha quasi 287mila, le denunce sono state invece 10.637 ovvero 29 al giorno e più di una all’ora. 

Sono i dati ufficiali del Dipartimento di Pubblica sicurezza presso il Ministero dell’Interno che il Sole 24 Ore ha raccolto e analizzato in un articolato studio pubblicato nell’edizione di lunedì 9 ottobre 2017. Uno studio che consegna una mappa dettagliata della criminalità italiana e indica come la criminalità stessa sia cambiata nel corso degli anni per tipologia di reati e incidenza sui vari territori. Un esempio? Calano i furti e aumentano le truffe e le frodi informatiche. 

Al netto delle riflessioni, dei dibattiti social e delle speculazioni che una classifica del genere potrà generare a livello nazionale e locale, un dato dal quale non si può prescindere è il calo dei reati; o meglio, delle denunce di reato. E Piacenza, in questo senso, è messa bene: -14,84% rispetto al 2015. Meglio di Lodi (-10,12%) e decisamente meglio di Parma (-2,39%); peggio solo di Cremona che ha fatto registrare un calo pari al 15,32% rispetto all’anno precedente, giusto per considerare le città vicine e simili per dimensioni. Vicina è anche Milano che però conquista la maglia nera a livello nazionale con un totale di oltre 237mila reati denunciati nel 2016 in tutta la provincia (7.376 ogni 100mila abitanti, ovvero quasi il doppio rispetto a Piacenza), in calo solo del 3,11% rispetto al 2015. Il secondo posto in questa classifica delle province con il più alto numero di reati denunciati va a Rimini. Napoli invece conserva il primato di città con il più alto numero di omicidi: 10,43 ogni 100mila abitanti; e la provincia del capoluogo campano (ora città metropolitana) di abitanti ne conta oltre tre milioni.

Piacenza, dunque, è al 44esimo posto su 107 province, con una riduzione delle denunce di reato quasi doppia rispetto alla media nazionale che si attesta sul 7,53%. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per quanto riguarda la tipologia di reati, a Piacenza nel 2016 si sono registrati 2.930 furti ogni 100mila abitanti, 20,57 estorsioni, 4,88 omicidi (compresi i tentati), 29,6 rapine, 2,09 casi di associazione a delinquere, 1,39 di usura e ben 260,5 truffe e frodi informatiche, sempre ogni 100mila abitanti. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ubriaco fradicio porta il coniuge trans a prostituirsi: «Arrotondiamo il bilancio familiare», denunciati

  • Coronavirus, la curva rallenta ma ci sono ancora 25 morti: in tutto 447 da inizio epidemia

  • La situazione nei comuni del Piacentino aggiornata al 25 marzo

  • La situazione nei comuni piacentini aggiornata al 24 marzo

  • Stop attività produttive non essenziali e assembramenti con più di due persone: nuova ordinanza antivirus a Piacenza

  • Covid-19, l’aggiornamento sui casi positivi nel Piacentino del 23 marzo

Torna su
IlPiacenza è in caricamento