1 gennaio 2011: cala il tramonto sulle pattuglie di "Strade sicure"

Nella riunione del Comitato per l'Ordine e la Sicurezza pubblica è stata comunicata la cessazione delle pattuglie miste

Si è tenuta giovedì 23 dicembre una riunione del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, presieduta dal Viceprefetto Vicario Reggente Dr. Faillaci.

CONTROLLI IN TRIBUNALE - Nel corso dell’incontro, su richiesta del Procuratore della Repubblica e del Presidente del Tribunale sono state esaminate le problematiche connesse ai servizi di vigilanza agli Uffici Giudiziari, in considerazione del venir meno, a partire dal 1° gennaio 2011, per esigenze di contenimento della spesa, di parte dei servizi di custodia e vigilanza finora assicurati dal Comune tramite l’IVRI. Previo parere favorevole del Procuratore della Repubblica e dei vertici provinciali delle Forze di Polizia, il Viceprefetto Vicario Reggente ha disposto l’effettuazione di frequenti passaggi con brevi soste, identificazione di persone e controlli degli autoveicoli sospetti, in special modo nelle ore notturne

SI CONCLUDE "STRADE SICURE" - Altro argomento trattato nel corso della riunione è stata la cessazione, sempre dal 1° gennaio 2011, dei servizi di perlustrazione e pattuglia da parte dei militari del 2° Reggimento Genio Pontieri congiuntamente alle Forze di Polizia. Infatti, a livello centrale è stata disposta una modifica dell’attuale piano di impiego nazionale, che prevede il recupero dell’intero contingente assegnato alla provincia di Piacenza per far fronte a situazioni di criticità in altre zone del Paese.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

VIDEOPOKER - Infine, è stata esaminata la richiesta del Sindaco di Caorso, che ha proposto l’esame del diffuso fenomeno dei Videopoker e del notevole costo sociale che ne deriva, evidenziando come sarebbe opportuno rappresentare la problematica a livello centrale al fine di proporre modifiche in senso più restrittivo alla normativa vigente in materia. La proposta ha trovato concorde il Comitato. Al fine di consentire alla Prefettura di meglio rappresentare la questione agli Organi Centrali, il Sindaco di Caorso si è impegnato ad inviare alla Prefettura uno specifico documento, sottoscritto congiuntamente dai Sindaci Capi Distretto. Nel contempo saranno ulteriormente intensificati i controlli di competenza da parte delle Forze di Polizia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Frontale a Castellarquato: muore un uomo, altre due persone sono gravissime

  • Scontro Cavanna-Burioni sull’utilizzo della idrossiclorichina per combattere il Covid

  • Travolto da un Tir mentre cammina al buio sul cavalcavia, 24enne in fin di vita

  • Frontale lungo la Provinciale, muore in auto di fianco alla moglie

  • Nuovo Dpcm: Conte ha firmato, che cosa cambia da domani

  • Ha una relazione con l'allieva, lei lo perseguita e lui la denuncia per stalking

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento