Da Rocca dei Folli (Ferriere) un nuovo modo di vivere i sentieri boschivi a piedi, in bici o a cavallo

La proposta smart-turism, già operativa, in queste settimane sta affrontando la fase di collaudo. Sarà ufficialmente lanciata per le vacanze di Natale e consentirà un nuovo modo di vivere l'Alta Valnure

Avete mai visto l’Alta Val Nure veramente? Potete dire di conoscere i sentieri che secoli fa hanno tracciato valligiani e contrabbandieri? Siete interessati a conoscerne le montagne e i laghi che, adagiati in una fossa di origine tettonico-glaciale, testimoniano il modellamento operato sul crinale appenninico da coltri di ghiaccio presenti nell'alta valle del Nure in un periodo compreso tra 20.000 e 12.000 anni fa circa? C’è chi sta lavorando per rendere queste opportunità alla portata di tutti.

L’iniziativa fa capo al complesso turistico Rocca dei Folli di Ferriere nato dall’intraprendenza di Andrea Quagliaroli che vent’anni fa ha aperto il Ristorante pub/pizzeria Chalet Rocca dei Folli e che oggi lancia un progetto innovativo e tecnologico di “Smart-turism”, che consente di muoversi tra i boschi del vasto territorio del comune di Ferriere e dintorni, senza avere la necessità di bussola e mappe cartacee difficili da consultare. L’idea sfrutta l’uso delle moderne tecnologie.

Il piano operativo sta perfezionando la banca dati digitale della sentieristica dell’alta val Nure che ha censito percorsi e toponimi con relative altitudini, longitudine e una serie di altre tracce quali lunghezza percorrenza, tempi, livello di difficoltà e altri parametri. Un’App per smartphone o satellitare consentirà a chiunque di percorrere, anche senza copertura Internet, i sentieri in totale autonomia dei boschi, anche in condizioni meteo avverse. Ci si potrà muovere come in auto con il navigatore satellitare ma, anziché percorrere arterie stradali, rotonde e sensi di marcia, si sarà guidati fra selve, monti, sassi, rivi, pascoli e panorami mozzafiato. I sentieri potranno essere percorsi sia a piedi, sia a cavallo, sia in MTB. La banca dati dei sentieri verrà resa disponibile sul sito  www.roccadeifolli.com e sarà  liberamente scaricabile.

Nella consapevolezza che salire in MTB sui monti richiede una buona preparazione atletica, il team Rocca dei Folli, metterà a disposizione presso la propria struttura ricettiva, un servizio di noleggio MTB a pedalata assistita. Grazie al computer di bordo, sarà possibile scegliere il livello di assistenza: da assistenza bassa (e in questo caso si tratta di un allenamento vero e proprio, con gambe che scoppiano sulle salite più impegnative), ad alta assistenza con la MTB che consentirà anche alle matricole dell’escursionismo di percorrere i sentieri più impervi.

La proposta smart-turism, già operativa, in queste settimane sta affrontando la fase di collaudo. Sarà ufficialmente lanciata per le vacanze di Natale e consentirà un nuovo modo di vivere l’alta val Nure a uomini, donne, ragazzi e anche adulti un po’ su di età che si sentono però ancora giovani: tutti i giorni dell’anno, in qualsiasi condizione climatica, anche sulla neve e in notturna.

I dispositivi GPS saranno montati sulle FatBIKE speciali, le “MTB grasse” – dall’inglese FatBIKE – ossia biciclette con ruote super maggiorate, studiate non solo per aumentare la stabilità e la sicurezza, ma anche e soprattutto per non sprofondare in terreni soffici come sabbia e neve. Le attrezzature saranno noleggiabili al complesso turistico Rocca dei Folli. Nel servizio è inclusa anche l’attrezzatura di protezione (caschi, gomitiere, ginocchiere, zaini con dorsali integrate e kit di primo intervento) a richiesta e anche l’action camera per filmare.

Insomma questa “folle idea” che incrocia il patrimonio naturalistico fatto di spazi aperti, silenzio, contatto con la natura, itinerari accattivanti con le opportunità e facilitazioni offerte dalle moderne tecnologie, potrebbe concretamente contribuire alla valorizzazione territoriale; in tutta sicurezza a un’ora di macchina dalla città.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Carla non ce l'ha fatta, il suo alpino Stefano la piange dopo la serenata davanti all'ospedale

  • Le spaccano la faccia contro una cancellata per rapinarla della borsa

  • Cacciatore cade in un dirupo e muore

  • Cene e ritrovi clandestini in due locali, blitz della finanza: multa per tutti e attività sospesa

  • Scaraventano un cancello contro la polizia per scappare dopo il colpo: quattro arresti

  • Nuova ordinanza della Regione: aperti i negozi nei festivi. Ma si rimane in fascia arancione

Torna su
IlPiacenza è in caricamento