Da Roncaglia a Piacenza in bicicletta per spacciare hascisc, arrestato

Nei guai, per l'ennesima volta, un 30enne tunisino pluripregiudicato che è stato fermato qualche giorno fa dagli uomini della squadra mobile che lo stavano tenendo d'occhio da tempo

La droga sequestrata allo straniero

Da Roncaglia a Piacenza in bicicletta per spacciare hascisc nel quartiere Roma. Nei guai, per l'ennesima volta, un 30enne tunisino che è stato fermato qualche giorno fa dagli uomini della squadra mobile che lo stavano tenendo d'occhio da qualche tempo. Addosso aveva 26 grammi di "fumo", nell'abitazione che condivide con la moglie italiana e incinta, ne conservava altri 40. L'uomo ha una serie di alias e parecchi precedenti per droga e reati contro la persona e da qualche tempo sbarcava il lunario spacciando. Lo straniero, prima di lasciare traccia, è rimasto nel nostro paese cinque anni irregolarmente senza mai essere fermato, poi nel tempo, dopo diversi reati è stato espulso sette volte, provvedimenti mai ottemperati. Una volta approdato nella nostra città si è sposato con una piacentina  e quando ha richiesto il permesso di soggiorno per motivi famigliari la questura glielo ha negato notificandogli il provvedimento che lo obbligava a lasciare il territorio nazionale per essere una persona pericolosa, ordine mai eseguito per il ricorso al giudice di pace fatto e vinto dallo straniero. Ora si trova ai domiciliari in attesa del processo, l'arresto è stato convalidato. 


 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Muore a 22 anni dopo lo schianto contro un terrapieno, trovata dopo diverse ore

  • «Lavoratrice instancabile e solare». Filoteea muore a 22 anni

  • Tamponamento tra due tir in A1, muore un uomo

  • Massimo scrive di una busta misteriosa: un affare li avrebbe potuti dividere e lui l'ha uccisa?

  • «Salvini con il rosario in mano? A Cortemaggiore si è anche inginocchiato in chiesa, magari facessero tutti così»

  • Massimo la uccide e poi le scrive su WhatsApp. Perazzi chiamò due volte i carabinieri

Torna su
IlPiacenza è in caricamento