Dalla Cina a Piacenza funghi porcini dannosi per la salute, imprenditore assolto

Si è conclusa con un'assoluzione piena la vicenda giudiziaria di un imprenditore piacentino della Valtidone che era finito nel mirino dei controlli dell'Asl di Piacenza

Passerà un Natale tranquillo, ma soprattutto lo trascorreranno i consumatori, sicuri che non ci sono funghi dannosi in circolazione né che a metterli in vendita sia stato un piacentino.

E’ stato assolto dall’accusa di aver messo in vendita e commercializzato funghi porcini, provenienti dalla Cina, con un’alta quantità di fitofarmaci dannosi per la salute. Dopo la richiesta di assoluzione, richiesta dallo stesso pm, la pubblica accusa ha chiesto la restituzione degli atti per indagare su un importatore della provincia di Vicenza.

Si è conclusa questa mattina, 21 dicembre, la disavventura giudiziaria di un imprenditore di 70enne, della Valtidone, che nel 2013 era stato denunciato dall’Asl. Gli ispettori avevano prelevato un campione, per analizzare, i porcini rimanendo stupiti dall’alta concentrazione di due molecole contenute nel fitofarmaci: decine e decine di volte superiori a quanto consentito dai Regolamenti comunitari. L’Asl aveva segnalato il fatto alla procura ed era scattata l’inchiesta con la contestazione della legge 283 del ’62 sulla salubrità della produzione e della vendita degli alimenti. Successive analisi, poi, avevano accertato che il quantitativo di sostanze chimiche non era così elevato, pur restando ben oltre i limiti di legge. I funghi erano stati sequestrati.

Davanti al giudice per l’udienza preliminare, Giuseppe Boselli, l’assoluzione per l’uomo è stata chiesta dal pm Roberto Fontana e dal difensore del commerciante, l’avvocato Stefano Sarchi. Non era, infatti, chiaro come i funghi avessero passato i controlli nel Vicentino ed erano finiti a Piacenza, dall’ignaro rivenditore che pensava fosse tutto in regola. Oggi, la fine dell’incubo per l’uomo, ma l’inizio di un’altra indagine sull’importatore.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • «Noi non ce l’abbiamo fatta». Dopo 15 anni di attività la trattoria finisce in “svendita”

  • Ripescata nel Po un'auto con a bordo un cadavere, è Daniele Premi

  • Nuovo decreto e spostamenti tra Regioni e Comuni: cosa si può fare (e cosa no) dal 16 gennaio

  • Per 30 anni in prima linea, il 118 piange Antonella Bego. «Perdiamo una professionista e un'amica»

  • Frontale tra due auto a Fiorenzuola: tre feriti, uno è gravissimo

  • L'Emilia-Romagna resta arancione, firmato il nuovo Dpcm

Torna su
IlPiacenza è in caricamento