rotate-mobile
Cronaca

Dalla Regione le risorse per 36 interventi di difesa del suolo

Il programma di interventi della Regione prevede lavori di difesa del suolo, manutenzione idraulica e opere urgenti di protezione civile a salvaguardia in diverse province della Regione

Nuovo impegno della Regione per la salvaguardia del territorio. Si tratta di un consistente pacchetto di 80 interventi, per un investimento pari a circa 10 milioni e mezzo di euro, destinati a risolvere situazione problematiche in diverse realtà emiliano-romagnole. Di questi, 16 sono opere di ripristino di erosioni spondali e della sezione di deflusso di fiumi e torrenti che saranno svolte "in compensazione", per un valore complessivo di 1 milione 22 mila euro. Il programma, deliberato dalla Giunta regionale, comprende lavori di difesa del suolo, manutenzione idraulica e opere urgenti di protezione civile. Oltre alle opere “in compensazione” (cioè ad interventi di messa in sicurezza dei fiumi, in cui l’appaltatore potrà utilizzare, a titolo di compenso, il materiale prelevato), il Piano stanzia 6,43 milioni di fondi regionali - tra cui 2 milioni destinati al piacentino per continuare la sistemazione dei corsi d'acqua in seguito all'alluvione del settembre 2015 - e 3 milioni resi recentemente disponibili dal Piano clima nazionale. Tra gli altri, sono finanziati due importanti cantieri di mitigazione del rischio idrogeologico e adattamento al cambiamento climatico: il consolidamento della parete est della rupe di San Leo in provincia di Rimini (2 milioni di euro) e il movimento franoso dei Sassi Neri nel comune di Farini (Pc) per 1 milione di euro. Questi ultimi lavori si affiancano ai 107 cantieri per 9,2 milioni già programmati dalla Regione in seguito alle piogge del febbraio e marzo scorsi, per i quali il Dipartimento nazionale di protezione civile ha dato il via libera nei giorni passati. Complessivamente nelle prossime settimane saranno pronte a partire 187 nuove opere per circa 20 milioni di euro. Tra i finanziamenti più rilevanti rientrano, in provincia di Piacenza, 1 milione di euro destinato al ripristino della viabilità provinciale; 170 mila euro per un intervento urgente sulla strada che congiunge Ferriere a Centenaro e 120.000 euro per la viabilità di accesso alla frazione di Lisore nel comune di Cerignale. “La sicurezza del territorio è una priorità del mandato del presidente Bonaccini e questo Piano lo conferma, ponendo un'attenzione particolare alla prevenzione e manutenzione”, sottolinea l'assessore regionale alla Difesa del suolo e Protezione civile, Paola Gazzolo. “I fondi regionali, uniti a quelli governativi concessi già nei mesi scorsi e ora pienamente operativi dopo la registrazione dei documenti contabili da parte della Corte dei Conti, assicureranno l'avvio di interventi attesi e di assoluta necessità. 
Complessivamente- conclude Gazzolo- nelle prossime settimane saranno pronte a partire 187 nuove opere per circa 20 milioni di euro: un investimento importante per la sicurezza e nel settore dell'economia verde, per fare della cura del territorio una leva di crescita sostenibile e nuova occupazione".

VIABILITA' PROVINCIALE
 
- Ricostruzione corpo stradale e ripristino della sicurezza della circolazione della Provinciale 586r di Val d'Aveto nel comune di Ferriere alle progressive km11+400, 11+700, 11+800 (350.000 euro)
 
- Ricostruzione corpo stradale e ripristino sicurezza della circolazione al km 9 della Provinciale 586r di Val d'Aveto nei comuni di Cortebrugnatella e Ferriere (130.000 euro)
 
- Lavori urgenti ripristino sicurezza del ponte su Rio Grande sulla Provinciale 586r di Val d'Aveto in comune di Ferriere (100.000 euro)
 
- Ripristino sicurezza sui manufatti dal km.17+000 al km. 22+240 della Provinciale 586r di Val d'Aveto in comune di Ferriere (100.000 euro)
 
- Ripristino corpo stradale e sicurezza della circolazione al km.0+100 Provinciale 50 del Mercatello in comune di Ferriere (190.000 euro)
 
- Ricostruzione corpo stradale e ripristino sicurezza al km. 44+500 della Provinciale 654R di Val Nure in comune di Ferriere (130.000 euro)
 
 
GLI INTERVENTI NEI COMUNI

AGAZZANO, BORGONOVO E PIANELLO V.T. - Ripristino dell'erosione spondale, escavazione a compensazione, in loc. Malpaga - Fabiano - Bilegno - Casa Bella - (67.210,42 euro)
 
BETTOLA - Sistemazione morfologica del torrente Nure mediante escavazione in compensazione in località Recesio (43.121,82 euro); ripristino di difese spondali ed opere idrauliche lungo il Nure, da Bettola a Biana e in località Molino Camia e Recesio (200 mila euro)
 
BETTOLA E PONTE DELL'OLIO - Sistemazione morfologica del torrente Nure con escavazione in compensazione in località Biana (43.121,82 euro)
 
BOBBIO - Ripristino difese spondali ed opere idrauliche sul Trebbia, in località Dego, Ponte San Martino e Ponte Gobbo (300.000 euro)
 
CAMINATA E NIBBIANO - Ripristino dell’erosione spondale in località Caminata capoluogo con escavazione a compensazione (11.562,92 euro)
 
CERIGNALE - Intervento di ripristino viabilità d'accesso alla frazione di Lisore (120.000 euro)
 
COLI E BOBBIO - Lavori in compensazione di sistemazione morfologica del torrente Trebbia tra le località Pradella, Mezzano Scotti e Cassolo (43.630,14 euro)
 
COLI - Sistemazione del cimitero di Aglio (60.000 euro); manutenzione straordinaria di opere idrauliche sul fiume Trebbia, sul torrente Perino e su affluenti minori in località varie (100.000 euro)
 
CORTEBRUGNATELLA – Manutenzione straordinaria di opere idrauliche sul fiume Trebbia e sul torrente Cordarezza (100.000 euro)
 
FARINI - Intervento di ripristino difese spondali ed opere idrauliche sui torrenti Nure, Crocelobbia, Lavaiana e rii minori (350.000 euro); lavori di consolidamento della frana dei Sassi Neri (1 milione di euro)
 
FERRIERE – Ripristino strada comunale da Ferriere a Centenaro (170.000 euro); ripristino difese spondali ed opere idrauliche sui torrenti Nure, Grondana e rii minori (140.000 euro); manutenzione straordinaria di difese, opere idrauliche e versanti sul torrente Aveto e rii minori in località varie del territorio comunale (130.000 euro)
 
GROPPARELLO
 – Ripristino strada comunale del depuratore (30.000 euro)
 
GROPPARELLO E SAN GIORGIO PIACENTINO - Ripristino dell'officiosità idraulica del torrente Riglio mediante estrazione a compensazione nelle località Viustino e Veggiola (75.646,53 euro)
 
MORFASSO - Ripristino briglie e opere di difesa in località varie sul territorio comunale (120.000 euro)
 
OTTONE E CERIGNALE - Ripristino difese spondali ed opere idrauliche sul fiume Trebbia e rii minori in località varie dei comuni di Ottone e Cerignale (100.000 euro)
 
PIACENZA E ALTRI COMUNI - Ripristino di difese spondali, opere idrauliche ed officiosità del torrente Nure nei comuni di Piacenza, Pontenure, S. Giorgio P.no e Podenzano (140.000 euro)
 
PONTE DELL'OLIO – Ripristino e messa in sicurezza strade comunali per Santa Maria, Castione, Sarmata e per le località Case Nuove e Mulinazzo (40.000 euro)
 
RIVERGARO E TRAVO - Ripristino dell'officiosità idraulica e la difesa della sponda destra del Trebbia in loc. Cisiano con estrazione a compensazione (65.228,51)
 
TRAVO – Messa in sicurezza del versante sulla strada comunale di accesso alla frazione di Debè (40.000 euro); ripristino difese spondali ed opere idrauliche sul fiume Trebbia da loc. Dolgo al campo sportivo del capoluogo (100.000 euro)
 
VIGOLZONE E PONTE DELL'OLIO - Ripristino difese spondali ed opere idrauliche sul torrente Nure nei comuni di Vigolzone e Ponte dell'Olio, tra Biana, Ponte dell'Olio capoluogo e Zaffignano (100.000 euro)
 
COMUNI VARI - Sistemazione morfologica del torrente Nure mediante escavazione in compensazione in località varie nei comuni di Piacenza, Pontenure, San Giorgio e Podenzano (86.085,82 euro)V

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dalla Regione le risorse per 36 interventi di difesa del suolo

IlPiacenza è in caricamento