Sabato, 18 Settembre 2021
Cronaca Barriera Milano / Viale Sant'Ambrogio

Danni alle auto in sosta dei pendolari se non pagavano "il pizzo", una denuncia

Una denuncia per estorsione a carico di un cittadino nigeriano trentenne, senza fissa dimora. Diverse le denunce raccolte dagli agenti, così come considerevoli sono stati i danni subiti dai pendolari che, parcheggiando l’auto nelle prime ore della mattinata, non accettavano di sottostare alle pretese minacciose degli abusivi

Una denuncia per estorsione a carico di un cittadino nigeriano trentenne, senza fissa dimora, che peraltro non aveva ottemperato al provvedimento di espulsione emanato nei suoi confronti il 27 ottobre scorso (di qui una seconda denuncia). Questo l’esito dell’operazione della Polizia Municipale di Piacenza attivata dopo le numerose segnalazioni di furti e danni ai veicoli lasciati in sosta nel parcheggio di viale Sant’Ambrogio dai pendolari, che hanno inoltre riferito richieste sempre più pressanti di denaro da parte dei posteggiatori abusivi, in cambio della garanzia di sicurezza dei propri mezzi.

Diverse le denunce raccolte dagli agenti, così come considerevoli sono stati i danni subiti dai pendolari che, parcheggiando l’auto nelle prime ore della mattinata, non accettavano di sottostare alle pretese minacciose degli abusivi. In un caso, una signora ha ritrovato la macchina danneggiata per circa 1500 euro, mentre una giovane mamma che ogni giorno deve prendere il treno ha scoperto, al suo ritorno, l’auto aperta e il furto del seggiolino per il trasporto dei bimbi. E’ emersa, dalle indagini, una perfetta conoscenza degli orari dei treni da parte dei sedicenti posteggiatori, che concentravano la propria attività soprattutto tra le 6.30 e le otto del mattino, quando più intensa è la fruizione dell’area di sosta da parte dei pendolari.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Danni alle auto in sosta dei pendolari se non pagavano "il pizzo", una denuncia

IlPiacenza è in caricamento