Denunciato per spaccio non smette di smerciare: finisce in comunità un quindicenne

Ragazzino fra i ragazzini, il quindicenne era diventato il punto di riferimento dei giovanissimi che volevano provare la droga. Così, dopo la denuncia per spaccio rimediata lo scorso dicembre, per lui si sono aperte le porte di una comunità di recupero bolognese. Supporto psicologico e obbligo di dimora

Andava a scuola in città, il quindicenne sorpreso e denunciato lo scorso 3 di dicembre dalla Polizia per spaccio di sostanze stupefacenti. Il blitz che gli era costato il deferimento, era stato organizzato a scuola, nel corso di una perquisizione antidroga congiunta di polizia e fiamme gialle. Autore della scoperta, Paghi, il cane dell'unità cinofila in servizio.

In seguito la polizia, su richiesta del Tribunale dei Minori, ha svolto ulteriori indagini per documentare l'effettiva attività di spaccio del quindicenne. Il personale della II sezione della Squadra Mobile – specializzato nei casi che riguardano minori – ha raccolto testimonianze e sentito diversi ragazzi che hanno dichiarato agli agenti di essere assuntori e di rifornirsi dal quindicenne.
  All'attivo, aveva anche il furto di un portafogli ai danni di un coetaneo  

Spaccio comprovato dunque, per il giovane studente di uno degli istituti superiori della città. Nonostante avesse una denuncia, nei mesi successivi, ha continuato a smerciare stupefacente. Il quantitativo di droga che faceva girare era modesto: vendeva anche una semplice canna del costo di 5 euro. L'”aggravante” se così si può definire, è che era diventato il punto di riferimento dei ragazzini che volevano provare a fumare.

A volte, lui stesso preparava uno spinello e lo fumava insieme agli altri facendolo girare. Anche questa, specifica la polizia, è una forma di spaccio. Dello stupefacente si approvvigionava sia a Piacenza che nell'hinterland milanese.

La Procura per i Minori ha chiesto al Gip una custodia: il quindicenne, dalla fine di giugno, si trova in una comunità di recupero di Bologna. È una misura alternativa al carcere, data la giovane età dello spacciatore. Supporto psicologico, e ovviamente, obbligo di dimora.
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Frontale a Castellarquato: muore un uomo, altre due persone sono gravissime

  • Travolto da un Tir mentre cammina al buio sul cavalcavia, 24enne in fin di vita

  • Scontro Cavanna-Burioni sull’utilizzo della idrossiclorichina per combattere il Covid

  • Frontale lungo la Provinciale, muore in auto di fianco alla moglie

  • Nuovo Dpcm: Conte ha firmato, che cosa cambia da domani

  • Come non sporcare la mascherina con il trucco

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento