rotate-mobile
La cerimonia

Disagio giovanile, aumentano i reati commessi da minori. In crescita anche furti e rapine

Cerimonia nel salone degli Arazzi del Collegio Alberoni del 172esimo anniversario della fondazione della Polizia di Stato. In aumento furti e rapine ma si registra un calo dei servizi ordinari di controllo del territorio, in termini di pattuglie: si passa da 4098 a 3788 (-310)

«Esserci sempre per prevenire e reprimere le violazioni delle norme democratiche condivise, soccorrere i cittadini nel momento del bisogno, garantire il diritto, nel rispetto delle previsioni normative, alla libera manifestazione del pensiero nelle pubbliche riunioni. Questo ci sforziamo di essere e mi piace pensare che questa sia la percezione che di noi hanno i cittadini». Lo ha detto il questore Ivo Morelli durante la cerimonia per il 172esimo anniversario della fondazione della Polizia di Stato che quest’anno si è svolta al collegio Alberoni nel prestigioso salone degli Arazzi. Durante la mattinata sono stati premiati gli agenti che si sono distinti in svariate indagini, personale in pensione che comunque si adopera volontariamente in questura specialmente all'ufficio passaporti e anche una 93enne piacentina la quale, contattata da truffatori con la scusa del finto incidente alla figlia, è riuscita a far arrestare i malviventi. LEGGI QUI TUTTI I PREMIATI

Festa della Polizia di Stato 2024 ©IlPiacenza

ALCUNI DATI - Se diminuiscono i reati contro la persona che passano da 386 a 331 sono aumentati in maniera cospicua i reati contro il patrimonio, ossia furti e rapine che passano da 2361 a 2776 (+415) nel capoluogo e anche in provincia dove sono passati da 4266 a 4710 (+444). Per quanto riguarda la divisione anticrimine sono aumentati i fogli di via obbligatori con un +25 ma diminuiscono gli allontanamenti e rintracci (-40). Circa i passaporti, sono stati rilasciati 15.178 con un incremento di 4612. Sono diminuite le espulsioni (-82) che passano da 311 a 229, in calo anche gli accompagnamenti ai Cpr (-20) e gli ordini del questore di lasciare il territorio (-57). Aumentati di 4733 i permessi di soggiorno che passano da 12.548 a 17.281. Per quanto riguarda l’ufficio di Prevenzione Generale e soccorso pubblico si registra un calo dei servizi ordinari di controllo del territorio, in termini di pattuglie: si passa da 4098 a 3788 (-310), in calo anche i veicoli controllati -2260 e le persone identificate -3466 mentre sono aumentate le telefonate dal 113 che sono passate da 27.550 a 28.798 (+1248) ma sono aumentati gli interventi delle volanti +584.

«Non possiamo sottovalutare – ha aggiunto - la problematica connessa al disagio giovanile. Anche in questa provincia sono aumentati gli illeciti commessi da minori anche in forma aggregata ma non strutturata (ad oggi non possiamo parlare di baby gang). Vi è un incremento dei tipici reati spia del disagio giovanile: furti, rapine, risse. E quando si parla di minori autori di reati è d’obbligo porsi il problema del loro recupero sociale che impone un’azione sinergica e multidisciplinare di una rete di professionisti. Voglio, anzi vorrei, che i giovani che sono il nostro futuro sappiano che non sono soli e che la Polizia di Stato è pronta a dare loro una mano: ricordatevi che siete responsabili dei vostri amici e compagni che manifestano il proprio disagio con atti di aggressività e che potete aiutarci ad aiutarli. Abbiamo offerto ed offriamo la nostra più ampia collaborazione al mondo della scuola che riveste un ruolo cruciale».

«Rammento che dietro ai numeri, che a volte possono apparire sterili dati statistici, vi è l’impegno e il sacrificio delle donne e degli uomini della Polizia di Stato, a cui va la mia riconoscenza estesa anche ai loro cari famigliari chiamati ogni giorno a condividere le trepidazioni e i sacrifici di questa nostra bella e passionale professione. Copioso è stato l’impegno dell’Ufficio Polizia Anticrimine, per l’attività di contrasto attuata attraverso le misure di prevenzione personali e patrimoniali ma anche per l’attenta attività di analisi che ha orientato efficacemente la nostra azione nel controllo del territorio. Nel corso dell’anno sono state, infatti, predisposte dallo stesso Ufficio oltre 138 misure di prevenzione personale di cui 12 nei confronti di minori, effetto del nuovo Decreto Caivano ed è stata emessa dal Tribunale di Sorveglianza di Bologna, su richiesta del Questore una mirabile misura di prevenzione patrimoniale (attività da considerarsi eccezionale per un Ufficio Anticrimine di una medio-piccola Questura) che ha portato ad un sequestro finalizzato alla confisca di beni per un valore di 12 milioni di euro».

«L’Ufficio minori ha trattato oltre 300 casi di giovani vittime o autori di reato supportando costantemente anche le famiglie, ove presenti. Sempre nel solco dell’attività di prevenzione, a seguito di un’articolata indagine di Squadra Mobile e Reparto Volanti, l’Ufficio Anticrimine ha adottato, in un’unica soluzione, a carico di alcuni gruppi di giovani che si contendevano le piazze del centro storico arrivando spesso a scontrarsi per il monopolio del piccolo spaccio, ben 45 divieti di accesso ad alcune aree urbane del centro, restituendole alla cittadinanza. Significativo è stato anche il lavoro, svolto insieme alla Squadra Mobile, nel contrasto della vergognosa violenza di genere che continua a fare vittime. Ben 23 gli Ammonimenti del Questore, di cui 4 a carico di minori. Non ci stancheremo mai di stare vicino a chi subisce violenza fisica, violenza psicologica e ricatti economici.  Alle tante donne che hanno ancora timore di confidarsi, di parlare, di esternare la loro sofferenza dico di fidarsi perché non le lasceremo sole». «Notevole, è stato anche l’impegno del personale dell’Ufficio Polizia Amministrativa e di Sicurezza, che ha saputo ben coniugare l’importante servizio del rilascio di Licenze di Polizia e Autorizzazioni varie (ben 300), dei passaporti (15178 rilasci a fronte di 10566 dell’anno precedente), dei porti d’arma (1220) predisponendo anche 61 provvedimenti di revoca o diniego.  Rigorosi e copiosi anche i controlli amministrativi (ben 60) a Sale Giochi e Sale VLT con (9) illeciti amministrativi contestati per un totale di 3.200 Euro e ben 6 chiusure temporanee ex Art. 100 Tulps».

«Per quanto attiene la tutela dell’ordine pubblico e l’attività informativa in generale, costante e prezioso è stato il lavoro della Digos che ha sempre saputo raccogliere elementi conoscitivi fondamentali che hanno permesso di prevenire turbative all’ordine e alla sicurezza pubblica e di gestire al meglio il governo delle manifestazioni tenutesi in questa provincia, operando con spiccata professionalità nei 300 eventi segnalando altresì nell’ambito dell’attività investigativa all’autorità giudiziaria 62 persone.  Va inoltre sottolineata, a fronte di un accresciuto impegno nell’ambito delle manifestazioni calcistiche, l’emissione di ben 34 Daspo».  «L’impegno e l’abnegazione degli operatori dell’Ufficio Immigrazione è testimoniato dalle 229 espulsioni, 50 accompagnamenti alla frontiera ed ai Centri di Permanenza per il Rimpatrio con ordine del Questore, dalle 17281 pratiche di rilascio e rinnovo dei permessi e carte di soggiorno e dall’ammirabile disponibilità e generosità dimostrata nel seguire le emergenze umanitarie».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Disagio giovanile, aumentano i reati commessi da minori. In crescita anche furti e rapine

IlPiacenza è in caricamento