Discriminazione? I primi step sono riconciliazione e mediazione

Il nodo antidiscriminazione di Piacenza fa parte della rete regionale contro le discriminazioni. Il primo step dopo un episodio del genere, spiega Alberta Anaclerio, referente per Piacenza, è avviare azioni di riconciliazione e mediazione. Solo dopo, si arriva alla consulenza legale e al Giudice di Pace

Vittime di discriminazione? Ci si può rivolgere, gratuitamente, al centro regionale contro le discriminazioni. In città, c'è un Nodo presso l'Informa Sociale di Piacenza, in via Taverna 39. Il primo passo, verificato che si tratti effettivamente di un episodio di discriminazione, è quello di avviare percorsi di riconciliazione e mediazione.

“I casi più complessi verranno presi in carico dai nodi di raccordo, in grado di offrire risorse per la mediazione dei conflitti, per la mediazione linguistico-culturale, per la consulenza legale” spiega Alberta Anaclerio, referente del Nodo piacentino. La consulenza legale non è gratuita, ma il Nodo ha stabilito un accordo di collaborazione con Migrantes e poi c'è anche l'avvocatura interna al comune, che può essere interpellata.
  Il Nodo di Piacenza fa da collettore a tutte le segnalazioni di discriminazioni  

Il comune di Piacenza è il capofila di questo territorio e il collettore di tutte le segnalazioni di discriminazione che possano arrivare da enti, associazioni e cittadini. “A disposizione degli operatori” continua Alberta Anaclerio “c'è una rete intranet con delle schede da compilare sulla segnalazione di discriminazione”. La rete, mette in comunicazione tutti i nodi, compreso l'Ufficio nazionale antidiscriminazioni razziali (Unar). “Le informazioni sono tutte criptate” assicura Anaclerio “a tutela della privacy dei cittadini”.

La rete, consente di realizzare annualmente il monitoraggio dei casi di discriminazione rilevati a livello regionale e, in base ai risultati, avviare iniziative di prevenzione negli ambiti e nei territori maggiormente caratterizzati da questi fenomeni. Incrociando le cifre, è possibile anche confrontare dal punto di vista quali-quantitativo i dati regionali con quelli raccolti sul resto del territorio nazionale.


Nodo di raccordo c/o Informa Sociale di Piacenza
Indirizzo: via Taverna 39 - 29100 Piacenza
Tel. 0523/492731 e Fax 0523/492731
informasociale@comune.piacenza.it
Orario front office: lu, gi 9.30-12.30

Nodo di raccordo contro le discriminazioni della Zona sociale Val d’Arda – Val Nure
Indirizzo: P.le S. Giovanni 2 - 29017 Fiorenzuola d’Arda PC
Tel. 0523/989307 e Fax 0523/982680
urp@comune.fiorenzuola.pc.it
Orario front office: lu, mer, ve 10.00-12.00





Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scontro tra due camion in autostrada, muore 56enne piacentino

  • Si schianta in moto contro un'auto che fa inversione, giovane all'ospedale

  • Norme anti covid, multati due locali aperti dopo mezzanotte. Nei guai anche un cliente senza mascherina

  • Ennesimo tragico infortunio sul lavoro, agricoltore muore schiacciato dal trattore

  • Ladri sfondano l'ingresso e portano via le bici da corsa, fallisce il colpo da Raschiani

  • Travolto da un Tir mentre cammina al buio sul cavalcavia, 24enne in fin di vita

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento