Divano, elettrodomestici e sedie buttati in strada, Fiazza: «Visionare i video delle telecamere»

In una nota il consigliere esprime il suo disappunto: «È doveroso punire chi non rispetta la civile convivenza e il decoro urbano, specialmente nelle frazioni che da tempo chiedono più attenzione da parte delle istituzioni»

L'inciviltà segnalata dai cittadini

Il consigliere comunale del Pd, Christian Fiazza, segnala una situazione di inciviltà a Borgotrebbia. «La scorsa notte, qualche sfacciato concittadino, con una sfrontata noncuranza del bene comune, ha abbandonato rifiuti ingombranti accanto ai bidoni tra via Trebbia e via Città di Picerno. Alcuni residenti, sconcertati dalla scena trovata di fronte agli occhi al proprio risveglio, mi hanno inviato le fotografie di un divano, una sedia, un frigorifero e altri mobili lasciati sul marciapiede. Secondo loro, gli arredamenti sarebbero stati scaricati da un furgoncino», si legge in una nota.

«Il mezzo probabilmente sarebbe transitato sotto i punti di videosorveglianza. L’amministrazione comunale dovrebbe far controllare le immagini riprese dalle telecamere. Dallo scorso aprile, infatti, sono state installate due telecamere: una nei pressi della rotonda del sottopasso e una all'angolo di via Città di Picerno. Questo caso specifico non può restare inosservato», conclude Fiazza. «È doveroso punire chi non rispetta la civile convivenza e il decoro urbano, specialmente nelle frazioni che da tempo chiedono più attenzione da parte delle istituzioni».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • San Nicolò, schianto all'incrocio tra un'ambulanza e un'auto: quattro feriti

  • «Noi facciamo sesso, licenziateci tutte». Il Centro Tice prende posizione sul caso della maestra di Torino

  • Con la caldaia rotta accendono il gas per scaldarsi, famiglia intossicata

  • Carla non ce l'ha fatta, il suo alpino Stefano la piange dopo la serenata davanti all'ospedale

  • In auto centra tre vetture in sosta e si ribalta. Illeso

  • Farini, addio al ristoratore Adriano Figoni

Torna su
IlPiacenza è in caricamento