Niente bagno in Po, Trebbia e Nure a Piacenza, il Comune: «Pericolo per la salute»

Il sindaco Dosi ha firmato l'ordinanza che applica il divieto imposto dalla legge regionale e ricorda i pericoli per la salute che possono derivare dalla balneazione nelle zone vietate

Il Po a Piacenza

Il sindaco Paolo Dosi ha firmato l’ordinanza che applica il divieto di balneazione in tutte le acque sul territorio del Comune di Piacenza. Un provvedimento in attuazione della delibera di Giunta regionale dell’aprile scorso e della precedente legge emiliano-romagnola in vigore dal 2015, secondo cui sono balneabili unicamente le acque marine e interne citate in un apposito elenco individuato dalla Regione.
L’ordinanza odierna ribadisce come tale elenco non comprenda aree site nel territorio comunale, sottolineando che la balneabilità viene autorizzata a seguito dei monitoraggi condotti da Arpae sull’inquinamento batteriologico delle acque e ricordando i pericoli per la salute che possono derivare dalla balneazione laddove vige il divieto. Nelle prossime settimane verrà apposta la relativa segnaletica informativa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • San Nicolò, schianto all'incrocio tra un'ambulanza e un'auto: quattro feriti

  • Piacenza e l'Emilia-Romagna in zona arancione: quello che c'è da sapere

  • Animale sulla strada, si ribalta tra il guard rail e il muro di una casa

  • Con la caldaia rotta accendono il gas per scaldarsi, famiglia intossicata

  • In auto centra tre vetture in sosta e si ribalta. Illeso

  • «Noi facciamo sesso, licenziateci tutte». Il Centro Tice prende posizione sul caso della maestra di Torino

Torna su
IlPiacenza è in caricamento