«Dobbiamo controllare il suo lavandino». Anziana derubata in casa a San Nicolò

Ennesima truffa ai danni di persone anziane. Questa volta nel mirino è finita una 83enne di San Nicolò. I malviventi sono entrati in azione poco dopo le dieci del 16 settembre. In un primo momento ha suonato alla porta un finto tecnico dell'acqua, la donna lo ha fatto entrare con la scusa di dover controllare i lavandini, pochi minuti dopo è arrivato l'altro complice che si è qualificato come vigile urbano: indossava infatti abbigliamento simile a quelle della divisa della polizia municipale.  
Quest'ultimo ha chiesto alla donna se avesse preziosi e lei senza sospettare nulla glieli ha mostrati tirando fuori 4mila euro in contanti e gioielli per 2mila. In un momento di distrazione della 83enne li hanno arraffati e sono scappati. Sul posto i carabinieri della stazione di San Nicolò. La donna ha fornito la descrizione dei due: il primo, circa 50 anni, italiano di corporatura media, stempiato. Il complice un 30enne moro con i capelli corti. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Al fisco 5mila euro e lavoratori in nero ma in casa un tesoro da mezzo milione: ristoratori indagati

  • Piacenza e l'Emilia-Romagna in zona arancione: quello che c'è da sapere

  • San Nicolò, schianto all'incrocio tra un'ambulanza e un'auto: quattro feriti

  • Animale sulla strada, si ribalta tra il guard rail e il muro di una casa

  • Con la caldaia rotta accendono il gas per scaldarsi, famiglia intossicata

  • In auto centra tre vetture in sosta e si ribalta. Illeso

Torna su
IlPiacenza è in caricamento