Come difendersi dal falso. Tutto esaurito al seminario organizzato dalla Polizia Municipale

Un seminario aperto alle forze dell'ordine su come riconoscere documenti taroccati, organizzato dalla Polizia Municipale di Piacenza alla Circoscrizione 3. Presenti oltre 100 agenti di tutta Italia. La lotta al falso parte dalla formazione degli agenti


Un centinaio di agenti provenienti da tutte le forze dell'ordine e anche da tutta Italia. Sono questi i numeri del seminario organizzato dalla Polizia Municipale di Piacenza dal titolo “come difendersi dal falso”. Sotto la lente di ingrandimento, letteralmente parlando, i documenti contraffatti, spesso in possesso delle persone fermate. Bastano poche mosse, sapere cosa cercare, ed è già possibile fare una prima scrematura senza strumenti sofisticati.

Parla Davide Rosi, assistente scelto, che per quattro ore ha illustrato ai colleghi, poliziotti, carabinieri, finanzieri, dove posare gli occhi su un documento per smascherarne la falsità. Così, nella sala della sede della Circoscrizione 3, in via Martiri della Resistenza, si danno lezioni sui falsi. “Formazione significa infatti sicurezza” ha dichiarato il nuovo comandate della Polizia Municipale Elsa Boemi, aprendo i lavori. “Abbiamo già chiesto di inserire a bilancio i fondi per l’acquisto di un’apparecchiatura sofisticata da laboratorio, creando quindi a Piacenza un ufficio di controllo sul falso documentale, che possa servire a tutti, anche alla procura della Repubblica”.
il comandante Elsa Boemi: servono strumenti e qualifiche adeguate per gli agenti

Ma prima ancora di comprare costose macchine – o in attesa che arrivino – si può incominciare con una lente di ingrandimento del costo indicativo di 30 euro. Si tratta di un ingranditore (amplifica di 8 volte), che, sapendo dove cercare cosa su un documento, è in grado di stanare molti falsi. Certo, per i documenti fasulli prodotti a regola d'arte (patenti, passaporti, documenti di identità che siano) è necessaria un'attrezzatura professionale, come la lampada a ultravioletti.

La Municipale di Piacenza si è distinta in questo campo di ricerca e indagine, tanto da diventare un punto di riferimento per le forze dell'ordine in materia di falsi e falsari. È il risultato, eccellente, dell'autonomia concessa dal governo ai comuni in materia di sicurezza. “Questa autonomia sindacale si traduce in una maggiore operatività per le polizie municipali” ha detto il comandante Boemi. Che ha aggiunto: “per fare fronte a ciò, servono strumenti e qualifiche adeguate per gli agenti”.



Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Frontale a Castellarquato: muore un uomo, altre due persone sono gravissime

  • Travolto da un Tir mentre cammina al buio sul cavalcavia, 24enne in fin di vita

  • Frontale lungo la Provinciale, muore in auto di fianco alla moglie

  • Nuovo Dpcm: Conte ha firmato, che cosa cambia da domani

  • Scontro Cavanna-Burioni sull’utilizzo della idrossiclorichina per combattere il Covid

  • Ennesimo tragico infortunio sul lavoro, agricoltore muore schiacciato dal trattore

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento